A Classic Love Story

Dove eravamo rimasti?

Quale sarà la reazione di Pavetta? Pavetta lo ignora e torna a letto, convinta che stia ancora sognando. (50%)

Che l’avventura abbia inizio!

 Pavetta lo osservò con attenzione.

Gli occhi neri sembravano colorarsi di riflessi chiari di tanto in tanto. Le labbra rosee e la pelle priva di imperfezioni.

È esattamente come lo ricordava.

«Rey… Ne è passato di tempo!» La ragazza si commosse, gli occhi lucidi le bruciarono.

Pavetta poi alzò una mano e in modo delicato la passò sul viso del giovane.

La sua pelle al tatto non fu ne calda né fredda, come se stesse passando le dita sul velluto.

«Ti ricordi di me principessa?»

Rey strinse l’esile mano della ragazza e con un aria persa le baciò il palmo morbido.

Lo faceva sempre in passato, ogni volta che incontrava Pitch nella sua storia, era sua usanza salutarla baciandole il palmo anziché il dorso della mano.

«Come potrei dimenticare il mio principe preferito…»

Pavetta, benché felice di questo incontro non poteva fare a meno di pensare che una volta sveglia, il suo caro Rey sarebbe rimasto nel mondo dei sogni.

Il giovane uomo sorrise, mostrando a malapena i canini appuntiti.

«Sono lieto, mia bellissima principessa»

Il pavimento mancò sotto i piedi di Pavetta, in meno di un secondo si trovò stretta tra le braccia del suo primo amore.

Era al settimo cielo, quando alle scuole superiori nessuno voleva stare al suo fianco, lui era lì. Scriveva di Rey giorno e notte e sognava che prima o poi un uomo come lui sarebbe comparso nella sua vita.

Ma ahimè, le cose belle hanno vita breve.

«Rey… Ti prego mettimi giù!» La ragazza, rossa come un peperone non riuscì a smettere di sorridere.

Il principe fece un paio di giravolte e quando il mondo cessò di voltare, Pavetta si ritrovò stesa sul suo morbido letto, con lui affianco.

«Grazie per essere passato a trovarmi, dico davvero… Spero di rivederti un giorno.»

Pavetta pronunciò quelle parole ad occhi chiusi e in un sospiro si assopì.

*

*

*

La ragazza si tirò su di scatto.

«Cazzo il caffè!»

Corse verso la cucina senza preoccuparsi di togliersi le coperte di dosso, e ovviamente inciampò, cadendo di faccia.

Dei passi pesanti la raggiunsero in fretta e due grandi mani la riportarono in posizione verticale.

«Sei ancora intera, principessa?» Il viso preoccupato di Rey era a due centimetri dal suo.

Pavetta realizzò che forse, dopotutto non era stato solo un sogno.

Per quanto una parte di lei fosse felice, un’altra era terrorizzata e non poté che gridare.

«Oh Gesù! Allontanati!» Lei schiamazzò indietreggiando.

A questo punto non sapeva cosa pensare; Un pazzo fanatico si era introdotto in casa sua -non si sa come- e si stava fingendo il personaggio della sua prima storia?

Si guardò freneticamente intorno.

Era impossibile che qualcuno conoscesse la sua identità, era forse uno scherzo di Dory? Ma lei non è di qui…

Pavetta confusa e spaventata corse a chiudersi in bagno.

«Principessa! Cosa c’è che non va?»La voce dell’uomo sconosciuto giunse dall’altro lato della porta.

«Ma chi diavolo sei? Va’ via da qui!» Pavetta si mise le mani nei capelli, non sapeva cosa fosse peggio, la moca del caffè che brucia o lo sconosciuto spaventosamente attraente nel suo appartamento.

«Sono il Principe Rey di EverPlains! Credevo mi avessi riconosciuto!»

L’uomo iniziò ad agitarsi, e la sua voce risultò più acuta.

«Sei pazzo se credi che mi beva questa storia, Rey è un personaggio inventato! Da me!»

Stava davvero avendo una conversazione con un folle in casa sua?

«No principessa, sono davvero io! Come te lo posso dimostrare?»

Pavetta aveva scritto tanti dettagli su di lui, ma alcune cose le aveva lasciate inedite, le aveva tenute per lei.

Un impostore di certo non avrebbe potuto conoscerle.

«Ah sì? Vediamo se passi l’esame di ammissione, psicopatico!»

Pavetta iniziò a pensare a tutte le domande personali di cui solo lei era a conoscenza.

«Qual’è il luogo preferito di Rey?»

Il suo luogo preferito era il tetto, lo aveva descritto arrampicarsi lì, ma non lo aveva mai specificato.

«Il tetto!»La voce dell’uomo squillò.

«Troppo scontata, riproviamo! Qual’è l’ultima cosa che la madre di Rey gli disse prima di morire?» Se non avesse saputo rispondere a questo, allora era sicuramente un falso.

Sua madre lo aveva implorato di morire, piuttosto di farsi trasformare in una di quelle belve sanguinose, e lui non lo avrebbe mai scordato.

Non arrivò più alcuna risposta.

Quale sarà la reazione di Rey?

  • Inaspettatamente, Rey va a spegnere la fiamma e si serve del caffè. (86%)
    86
  • Rey sfonda la porta per finire la conversazione faccia a faccia (0%)
    0
  • Rey forza la maniglia, rompendola e chiudendo erroneamente Pavetta nel bagno. (14%)
    14
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

13 Commenti

  • La tua storia comunque a essere interessante, e porta con sé una buona dose di originalità: cosa sempre gradita!
    Ciao cara ❤️ voterò per Ray che si versa il caffè e rimango in attesa del prossimo. Tu, oltre a scriverlo, ascolta i consigli che ti ha lasciato Fenderman e fatti vedere in giro: sono sicura che troverai delle bellissime storie 🙋🏼‍♀️❤️

  • Benvenuta,
    Ottimo spunto che promette grandi sviluppi, brava.
    Siccome però i consigli scomodi sono quelli più utili ti vorrei dire di stare molto attenta a modi e tempi verbali. Qui c’è una certa confusione. (Pavetta lo osservò (…) È esattamente (…) non poteva fare a meno (…) ma lei non è di qui. Eccetera.
    Sono piccole distrazioni evitabili con una lettura attenta ad alta voce.
    Ci sono poi alcune espressioni (le punte dei canini- non fu né calda né fredda…) non proprio in “sintonia” con la storia.
    Comunque migliorerai presto, vedrai come the incipit aiuta a farlo, e scriverai con molta più soddisfazione.
    Al prossimo. Voto Rey e il caffè
    🙋‍♂️🌻

  • Ciao Velvetchains, è la prima volta che ti leggo, quindi benvenuta sulla piattaforma.
    La storia è interessante; la scrittrice solitaria che dopo un desiderio si ritrova insieme all’uomo di cui ha sempre scritto.
    Come detto da BlackCat0 ti consiglio di cercare le storie che più ti piacciono e di commentarle, per avere lettori e quindi feedback che ti aiuteranno nella stesura della storia. Ti consiglio inoltre di non pubblicare troppo frequentemente, in modo da dare il tempo agli utenti di trovarti e leggerti perché in fondo il bello della piattaforma è quella di dare opportunità ai lettori di far proseguire la storia.
    I capitoli sono ben scritti, c’è qualche piccolo errorino qua e là dovuto alla battitura, ma il testo rimane molto scorrevole e godibile.
    Per ora, voto per Rey che va a servirsi il caffè. Al suo posto a quella domanda così personale ci sarei rimandato abbastanza male.
    Alla prossima.

  • Ciao Velvetchains 🙂
    Siccome è la prima volta che ti leggo su The Incipit ci tengo a darti il benvenuto 🙂
    Il capitolo fila e il fatto che siamo in un racconto rosa e l’ amore che Pitch ha messo nella creazione dei suoi personaggi prenda incredibilmente vita ci sta al pieno e perciò voglio seguirti 🙂
    Il capitolo di per se presenta alcuni errori di battitura che puoi facilmente ricorreggere nel file originale con una revisione del capitolo 🙂
    In alcuni punti potresti esprimere un concetto con meno parole, te lo dico in quanto il sito ci fornisce un numero di caratteri limitato e cercare di fare economia di essi è fondamentale 🙂 esempio
    “e osservò il suo aspetto allo specchio.” Potevi semplicemente dire ” si osservò allo specchio” che veda il suo aspetto è scontato e avresti risparmiato caratteri 🙂
    Un ultimo consiglio che posso darti è di farti un giro e leggere anche le storie di altri autori del sito, in fondo è un sito interattivo e commentare con utili commenti che possano aiutare anche gli altri autori a crescere, in fondo, come avrai capito, siamo un po’ tutti principianti su questo sito 🙂
    Ma bando alle ciance, io ti seguo e voto per pavetta gli accarezza il viso e capisce che il suo desiderio si è avverato 🙂
    Vediamo cosa ci tiri fuori 🙂
    A presto 🙂

  • Benvenuta su TheIncipit, la simpatica piattaforma dove simpatiche persone giocano tra loro scrivendo e leggendo le storie che partoriscono 🙋🏼‍♀️
    Un avvio molto fresco, cara, che si legge volentieri e ti invoglia alla lettura: molto bene ❤️
    Voto per la carezza e attendo il secondo capitolo!

    Buona scrittura ❤️🙋🏼‍♀️

    P.s.
    Subito prima della tua storia ho letto quella del Gattone e mi sono venuti i brividi quando Ray la chiama principessa XD XD Oddeo XD XD

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi