Hamtor, negromante per sbaglio

L’incarico

Faceva schifo. La birra, il villaggio. Tutto in quel posto dimenticato dagli dei sapeva di rancido, vecchio e avariato. Non che all’uomo desse particolarmente fastidio, chiaro, ma la sua indifferenza non migliorava di certo la situazione.

«Siete voi?» balbettò un uomo alle sue spalle col berretto stretto in mano, che non aveva trovato nemmeno il coraggio di sfiorarlo per attirare la sua attenzione «Il…negromante?» sussurrò appena percettibile, controllando con sguardo frenetico che nessuno l’ascoltasse. L’uomo avvolto nel mantello scuro si voltò lentamente, facendo mostra di un sorriso inquietante ben collaudato. L’osservò per un istante appoggiandosi al bancone alle sue spalle, poi sputò nella birra che teneva in mano e la posò sul ripiano con una lentezza esasperante.

«Sono Hamtor.» dichiarò scoccandogli uno sguardo glaciale, anch’esso tratto dal repertorio di gesti ben collaudati «Se desiderate i miei servizi, sono cinquecento monete d’oro. Prendere o lasciare.»

«V-veramente…» balbettò il contadino distogliendo lo sguardo «Ho potuto raccoglierne solo trecento…»

«Andata!» esclamò il negromante balzando giù dallo sgabello di legno con sorprendente prontezza «Dov’è il sacco di carne?»

Hamtor seguì l’uomo tremolante, venne fuori che faceva Balir di nome, attraverso il piccolo villaggio montano di Mas’dor, sperduto alle pendici della Catena dei Monti Bjarg. La casa, o meglio, la capanna, era meno modesta di quanto il negromante si aspettasse: doveva aver ospitato un allevamento di pecore o capre un tempo, anche bello grande, ma ora i recinti erano quasi vuoti e si capiva al volo che il contadino tirava avanti per miracolo. Hamtor si sentì leggermente in colpa per aver accettato tanto denaro da un uomo povero, ma l’abitudine l’aveva reso abbastanza bruto da sopprimere tanti scrupoli.

«Devo avvertirvi di una cosa» lo fermò Balir prima di avvicinarsi alla casa «Mia sorella Rin non sa nulla di Dengol…»

«Quindi?» borbottò Hamtor in tono cupo grattandosi la folta barba chiara.

«Le ho detto che nostro fratello è molto malato; non sa che è morto da due giorni. Le ho vietato di entrare nel seminterrato, dove l’avevo messo a riposare con la scusa che il fresco gli avrebbe fatto bene. »

«È così stupida?» sbottò il negromante, che cominciava a trovare divertenti le disgrazie di quell’ometto tanto imbranato.

«L-lo spero.»

Hamtor sospirò cercando di mostrarsi più saggio e spazientito di quanto non fosse. Chinò il capo incrociando le braccia, mentre il cappuccio andava a coprirgli il viso fino al naso.

«Sarò un cerusico, allora. Ma vi avverto: la mia arte non riporta in vita per sempre. Potrete avere indietro vostro fratello Digol, o come dannazione si chiama, al massimo per una settimana, poi tornerà morto. Il suo corpo continuerà frattanto a puzzare, ma potrete parlare con lui e sbrigare ogni altra faccenda come fosse vivo. Puzza a parte, s’intende.»

La faccia di Balir si rivelò più che sorpresa: sconvolta «Puzza? Dei! Se avrà il tanfo di un maiale, come farò a convincere Rin?»

Hamtor fece spallucce storcendo le labbra, poi si avviò a salire gli ultimi passi che lo separavano dall’ingresso della casa.

«Muoviti! C’è molto da fare!» gridò al contadino senza voltarsi, poi aprì la porta e lì vide Rin.

Hamtor vede infine Rin per la prima volta: cosa prova a quel primissimo sguardo? (ricordate l'intenzione ironica del racconto)

  • Infastidito: Rin gli pare una gran antipatica. Di conseguenza gli sembra anche molto brutta. (0%)
    0
  • Annoiato: la ragazza gli sembra stupida almeno quanto il fratello gli pare insignificante. (17%)
    17
  • Sorpreso e piacevolmente interessato: non pensava che Rin fosse così bella. (83%)
    83
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

25 Commenti

  • Ciao Balrog 🙂
    Capitolo 2-3 , piano piano recupero XD
    Come già detto nel primo capitolo, scrivi bene ed è piacevole la lettura del tuoi racconto 🙂 hai gestito bene la parte caratteriale dei personaggi, sia di Rin che del nostro Hamtor, che a mio vedere è un personaggio molto potente e di buon spessore 🙂 ritrovo anche un buon humor tra le battute che si scambiano i personaggi, soprattutto nel povero e impacciato Balir 🙂
    Per quanto riguarda la scelta, direi che Rin a mio vedere è tutt altro che stolta e secondo me non ha creduto a niente e ha un suo piano 🙂
    A presto 🙂

  • Ciao BalrogLord3. Questo episodio è davvero avvincente! L’atmosfera tesa e l’abilità nel dettagliare i rituali e le azioni dei personaggi lo rendono molto coinvolgente. Hamtor è un personaggio oscuro e affascinante, e la scena finale con il rituale è molto ben descritta. Non vedo l’ora di scoprire cosa accadrà dopo! Ho votato: “Rin sapeva già della morte di Dengol e non ha creduto al negromante neanche un attimo. Sa che le stanno nascondendo molto e ha il suo piano.” Questa opzione aggiungerebbe una dimensione intrigante alla storia, con Rin che ha le sue motivazioni e un piano segreto, creando ulteriore suspense e tensione nell’episodio successivo.

  • Ho votato che ha molti sospetti anche se mi sarebbe piaciuto che sospettasse anche della morte del fratello.

    Oki, sei riuscito a gestirla senza farla troppo vomitevole. L’unica cosa che non ho capito era a cosa serviva la pozione. A quanto pare è stato Blair ad assassinarlo… bene! La faccenda si infittisce! Comunque Hamtor ha mostrato di saper gestire la situazione… chissà se ci riuscirà anche con Rin 😀

    Ciao 🙂

  • Ciao Balrog. Il capitolo mi è piaciuto, hai descritto Rin e il suo carattere e quindi sappiamo cosa aspettarci da lei. Balir invece ha qualcosa che non mi convince; rianimare il fratello per “questioni familiari” e tutto all’oscuro della sorella? Un’idea su queste questioni la potrei avere, ma la storia è tua e vedrò se ci ho visto lungo o meno.
    Voto per un bell’incantesimo splatter.

  • Voterò per una negromanzia più Splatter, con la speranza di ritrovare un mood alla Hatchet XD XD
    Tranne la parte iniziale, quella delle imprecazioni che non m’hanno molto convinto, ho trovato un capitolo interessante, caro ❤️: il personaggio di Balir, soprattutto, ha tutta l’aria di portare al racconto un po’ di pepe XD
    Buona scrittura, e ricordati che qui si scrive ma pure si legge: trovati qualche storia da seguire e fatti vedere in giro. Se non lo fai avrai bisogno di un negromante anche tu XD XD
    ❤️🙋🏼‍♀️

  • Ho votato a caso perché tutti e tre mi sembravano ugualmente interessanti 🙂

    Il nostro gattone preferito ti ha già dato dei buoni consigli, la “Zombie” (vedi le sue storie) Martha un altro, quindi a me non è rimasto altro che darti il benvenuto e vediamo dr questa Rin è davvero stupida o meno 🙂

    Ciao 🙂

  • Ciao BalrogLord93 🙂
    Siccome è la prima volta che ti leggo sul sito ci tengo a darti il benvenuto 🙂
    Scrivi bene non c’è che dire e l’ incipit incuriosisce 🙂
    Sa gattaccio del sito ci tengo a darti due consigli utili per sfruttare al pieno le potenzialità di the incipit 🙂
    1) cerca di utilizzare tutti i caratteri che il sito ci mette a disposizione 🙂 sono 5000 a capitolo e la sfida di utilizzarli tutti è qualcosa che mette alla prova la nostra abilità di scrittura, qua vedo che ne hai usato molto meno, avresti potuto descriverci di più i personaggi e i luoghi e creare l empatia lettore/ personaggi che è al cuore di un buon romanzo 🙂
    2) fatti un giro sul sito e leggi e commenta le storie degli altri scrittori, così da farti più lettori e allo stesso tempo dare consigli utili agli altri per migliorare 😉 in fondo siamo tutti dilettanti allo sbaraglio qua, ci si aiuta a vicenda 🙂
    3) forse il più importante, non farti prendere dalla fretta e non pubblicare troppo in fretta, o lettori che magari sono più impegnati non riusciranno a giocare con il tuo racconto 🙂 diciamo che la cosa più bella del sito è anche quella di poter contribuire a come va avanti la storia, se no che gusto c’è 🙂
    Poi sarai tu a decidere se ascoltare i consigli oppure no 🙂
    Io comunque ti seguo e voto per sorpreso e interessato 🙂 introducici meglio Hamtor e Rin 🙂
    A presto 🙂

  • Benvenuto su TheIncipit, la piattaforma dove giovani scrittori e vecchie cariatidi della letteratura si incontrano e giocano amabilmente con le proprie storie!
    L’atmosfera interessante alla The Witcher rende il tuo primo capitolo molto godibile: ben fatto, caro ❤️

    Buona scrittura 🙋🏼‍♀️

    P.s. se mi posso permettere un consiglio non dire mai al lettore dell’ “intenzione ironica del racconto”, piuttosto mostrarglielo con la narrazione 🙋🏼‍♀️❤️

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi