La Danzatrice

Dove eravamo rimasti?

Non ti chiederò chi ha parlato. Ti chiedo invece: vedrai chi o cosa nasce? Fai quello che ti pare: tanto non sarà mai quello che mi aspetto! Mi basta che lo fai bene! (75%)

Danza Finale!

Ad aver parlato è la Coordinatrice; indossa un abito gemmato nero, dalla gonna corta; Stella è subito dietro di lei e non indossa abiti. Entrambi hanno un pendente con lo stesso gioiello che hai tu.

«Cosa c… ci fate qui?» chiede Mark.

«Pensi davvero che non mi sia accorta del tuo piccolo inganno? – risponde la Coordinatrice – Non sono ingenua come Stella, né stupida come quella e quando ho visto il gioiello, ho subito capito dove volevi andare a parare»

«Ma non sei intervenuta subito»

«Volevo due cose da Elanor: la prima è che distruggesse il tuo Doppleganger, cosa che ha fatto; la seconda è che imparasse ad essere più disinibita»

Schiocca le dita: la ruota si dissolve ma ti lascia nuda. Stella si avvicina a te e ti aiuta ad alzarti.

«Difendi sempre le tue stupide Danzatrici?» Mark sembra furibondo.

«Sempre. Sono severa, intransigente, ma orgogliosa di ogni mia Danzatrice, anche se si tratta di lei»

Questa cosa che continua a trattarti come fossi una schifezza continua ad infastidirti e non poco. L’abbraccio di Stella però fa sì che continui ad ingoiare il boccone amaro, ma non sai per quanto.

Mark sospira, sembra calmarsi.

«Va bene, avrei voluto usare la mia arma segreta durante la settima luna, ma visto che non mi lasci scelta… VOS AUTEM NATI NUNC, OBSCURIUS!»

Lampi neri avvolgono la Coordinatrice, lei sembra improvvisamente paralizzarsi e qualcosa si agita al suo interno.

«Danza con me!» ti ordina Stella e tu non ci pensi un attimo.

Ignorando tutto quello che ti capita intorno ti concentri solo sulla musica che, non sai come, suona nell’aria, segui i passi di Stella in un ritmo veloce e forsennato, fatto di salti, giravolte e passi incrociati. I lampi neri divengono bianchi, la cosa all’interno della Coordinatrice si agita più lentamente e la Coordinatrice sembra riprendersi.

«Siete delle… la vostra danza è potente, ma è lenta – Mark è indispettito – FULMINI VENI!»

Il cielo si oscura, diversi lampi riempiono l’aria.

«Non ti distrarre: danza con me!» continua ad ordinarti Stella.

Un fulmine parte e colpisce! Venite sbalzati a terra, ma non senti dolore; Stella rotola tenendoti stretta ed in un attimo siete in piedi; il ritmo della danza è ancora più veloce: Stella ti lascia, ti riafferra, ti spinge e ti tira; fai fatica a seguire i suoi passi, ma non perdi il ritmo.

«Non è possibile! – esclama Mark – SURGE NUNC, OBSCURIUS! OBEDIRE MANDATUM MEUM!»

La Coordinatrice si contorce di nuovo, eppure sogghigna. Nello stesso momento, Stella aggiunge il canto alla danza e dalla nebbia che vi avvolge, decine e decine di Danzatrici compaiono, danzando intorno a voi. Mark è senza parole. La Coordinatrice apre la bocca, un lampo di luce fuoriesce, sei abbagliata…

«Hai fatto esattamente quanto mi aspettavo – è una voce musicale quella che odi – ma non è il tuo compito combattere. Torna a casa e salutami la gatta»

Ti svegli nel tuo letto. La gatta Enule si trova sul tuo petto a farti le fusa; chissà perché il pendente del suo collarino ti ricorda una luna. L’accarezzi e ti alzi. Osservi il libro.

«È vero: l’ultimo capitolo!» esclami.

Il capitolo narra di una grande battaglia, fatta a colpi di danza e magia; Stella e la Novizia ne guidano il ritmo; da un lato passi di danza, musica e canto, dall’altro incantesimi uno più appariscente dell’altro; una scrittura fitta, uno scambio incredibile quello che ti immagini mentre leggi le parole. La particolarità di tutta la questione è che alla fine l’Obscuria che doveva nascere, non è nata o per meglio dire, alla fine della battaglia, è comparsa una gatta dal nulla che tutti hanno battezzato Enule in onore della dea. Ti interrompi; guardi la tua gatta.

“È una coincidenza” pensi.

Torni a leggere. A parte i festaggiamenti, una descrizione particolareggiata della gatta (sembra sempre di più la tua) e di come viene trattata, come al solito la conclusione è un po’ sbrigativa, con la Novizia che viene promossa, la Coordinatrice che ammette che, forse, forse, c’è qualcosa di buono in lei e Stella che è super entusiasta di lei, di come si è comportata e di tutto quello che ha fatto. Di contro c’è Fiona che guarda la ex-Novizia con interesse e sai che questo è un guaio. Continua a farti strano tutte queste elfe che danzano nude, con i capitoli che vi insistono parecchio ed entrano a volte un po’ troppo nel dettaglio, ma in fondo ti sono simpatiche e speri di leggere ancora le loro vicende. Ti alzi per mettere via il libro e noti una scatoletta con un unicorno disegnato. La apri: dentro c’è un gioiello a forma di luna ed un biglietto: “Per esaltare la tua bellezza. Stella!”. Rimani a bocca aperta. Ti viene da guardare la tua gatta e ti sembra che ti sorrida…

FINE

Categorie

Lascia un commento

126 Commenti

  • Ciao, Red.
    Mi piacciono molto i finali che paiono terminare con una spiegazione ragionevole (tipo sogno)ma che poi, con un piccolo colpo di scena, si rivelano parte di un mondo fantastico o, comunque, lasciano aperto uno spiraglio su cosa realmente sia accaduto. Ho scritto anch’io qualche racconto con questi twist finali, ma non ne ho mai pubblicato uno. Chissà, magari n giorno. Intanto, complimenti per la fine di questo racconto e per il nuovo (di cui ho ricevuto notifica e spero di riuscire a leggere presto.

    Alla prossima!

  • Ciao!
    Purtroppo non sono riuscita a leggere prima il capitolo finale.
    Il finale lasciato un po’ “aperto” mi fa sperare che questa storia possa, un giorno, avere il suo seguito (avranno di nuovo bisogno della nostra protagonista?).
    Ho letto che la prossima storia sarà ambientato in un futuro post apocalittico e, dal momento che sono attualmente in fissa con questo genere di trame, aspetto che venga pubblicato il primo capitolo.
    A presto!
    -Ross-

  • Ciao, eh le gatte – oltre che sette vite – ne sanno sempre una più del diavolo!!! Quindi per il futuro non si sa, potrebbe lasciarti in pace come potrebbe rigettarti nella mischia!!!
    Alla prossima storia e intanto buon weekend, sperando che lo sciopero non ti ostacoli troppo!!!

  • Spero che il finale vi piaccia, come è piaciuto a me. Ammetto che sono ignorante in Latino e mi sono fatto aiutare da Internet. Perdonati tutti gli strafalcioni e gli orrori che sicuramente avrò scritto ^_^
    Le frasi in italiano erano:
    «Nasci ora, Obscurius»
    «Fulmini Venite»
    «Sorgi adesso, Obscurius. Obbedisci al mio comando!»

    Prossima settimana torno alla Fantascienza, questa volta un post apocalittico basato sulla ricostruzione, ispirato al Gioco di Ruolo Legacy Vita tra le Rovine. Avremo a che fare con i Kaiju, mostri così grossi da calpestare i palazzi!

    Ciao 🙂

  • Ciao, red.
    Ho votato ieri per il finale e poi non sono riuscita a commentare. Lo faccio ora, poco male.
    Siamo quasi alla fine anche di questa storia, e sì che tu sei veloce, ma coma passa il tempo… 😅
    Non per essere paranoica, ma bisogna sempre diffidare dei regali ricevuti da sconosciuti o anonimi, dietro il le apparenze chete di un’elfa o di chissà chi altro può nascondersi qualsiasi cosa, gli orchi, ahimè, stanno ormai dappertutto.

    Aspetto il finale e ti saluto.

    Alla prossima!

  • Ciao, ahi ahi ahi, qui ce la stiamo vedendo proprio brutta!!! E sai una cosa? Non so proprio immaginare come uscire dall’intoppo galattico!!! E a ben guardare, poi, siamo all’ultima puntata…
    Ho votato per quello che ti pare, avendo tu in testa la storia mi fido delle tue scelte!!! Al prossimo – forse – finale o… chissà.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi