La Danzatrice

Elanor

Tu sei Elanor, una ragazza vivace e sportiva, amante del fantasy ed in particolare della serie di Moontide. Ogni volta che lo leggi ti sembra di essere lì, con le sue forti luci e le sue nere ombre. Ogni romanzo di Moontide ha per protagonista una ragazza, in qualche modo collegata al culto di Elune, la dea che ha creato il mondo. Questa volta la protagonista è una Danzatrice di Elune e ti chiedi come una ragazza in grado solo di ballare e per di più vestita in abiti succinti possa essere la protagonista. Ti sedi sul letto ed inizi a leggere, ma quando alzi gli occhi, tutto è cambiato. La stanza ha ora il soffitto a volta e vi sono diverse colonne; indossi una camicia da notte e su una sedia ci sarebbe il tuo vestito: ti sembrano un reggiseno ed una mutadina con i lustrini! Un dubbio ti sovviene e corri al libro: è bianco!

«No! No! No! Io mi vergogno!» urli all’aria avvampando.

In quel momento bussano alla porta.

«Chi è?!» esclami facendo un salto.

«Sono Stella. Posso entrare?»

Stella, la Prima Danzatrice, un elfa di incomparabile bellezza. Cosa può volere da te?

«A-Avanti»

Stella entra e si chiude la porta alle spalle. Anche lei è vestita con lo stesso tuo vestito, solo che dorato. Ti sorride.

«Lo immaginavo – dice – tutte le novizie hanno questa reazione – si siede sul letto e ti fa segno di fare altrettanto – Ma ricorda: non è per il piacere degli altri se noi ci vestiamo così, ma per omaggiare la nostra dea. Lei ha danzato nuda per creare il mondo: è il minimo che possiamo fare – fa una pausa – E poi vedrai che non è così male; anzi, entro domani non ci farai più caso. Ora preparati: ti aspetto fuori. Sarò la tua guida»

Annuisci appena. Stella si alza ed esce dalla porta.

Cinque minuti dopo esci anche tu. In verità ti copri ma Stella ti prende per mano. Ti accompagna lungo innumerevoli corridoi fino ad una sala piena di Danzatrici; tutte appena ti vedono, ti sorridono e ti corrono incontro. Ti danno il benvenuto, ti fanno i complimenti e ti trattano come fossi una loro vecchia amica. L’accoglienza scioglie l’imbarazzo e poco dopo siete pronte per danzare. Stella ti dice che Placido Giorno è una danza molto semplice e che non devi fare altro che seguire i loro passi. Alzi le mani come tutte, la musica viene suonata ed iniziate a danzare. I primi passi incerti poi mano a mano ti sciogli. Inizi anche a trovarlo divertente, fin quando qualcuno non ti fa volare via il reggiseno! Istintivamente fai per coprirti ma le due elfe che ti sono accanto, bloccano le tue braccia.

«Continua a danzare. Non fermarti. Ci pensiamo noi»

E così fanno: non riesci a capire come ma durante la danza raccolgono e ti rimettono il reggiseno.

***

Sei negli spogliatoi. Stella ti sta facendo un sacco di complimenti

«…non far caso a quello che è accaduto – conclude – era solo il dispetto di benvenuto di Fiona. Ignoralo e non ce ne saranno altri. Ora vestiamoci ed andiamo a fare shopping: ti rilasserai»

«Ci vestiamo?»

«Non aspettarti niente di troppo coprente» ti sorride

Poco dopo hai indosso una gonnellina, troppo corta per i tuoi gusti, ed un top a canottiera, troppo scollato per i tuoi gusti. Stella dice di indossare la stessa cosa ma a te sembrano più reggiseno e mutandine. Avete entrambe dei sandali. All’uscita dalla Cattedrale incotrate un’elfa vestita con una tunica e degli stivali. Ha una spada al fianco. Riconosci una Lama di Elune, la sorellanza che si è votata alla difesa delle sacerdotesse.

«La Sacerdotessa ha ordinato che le danzatrici siano sempre scortate. Non vi accorgerete nemmeno della mia presenza»

Ha una voce dolce e delicata.

***

Al mercato è pieno di gente e non sono pochi i fischi di apprezzamento rivolti nella vostra direzione.

«Rimani vicino a me – ti sussurra Stella – alcuni hanno le mani lunghe»

Vi fermate presso un banco di gioielli.

«Dobbiamo trovare qualcosa che risalti la tua bellezza» ti dice Stella provandoti collane e pendenti.

Ma tu sei più attratta dal banco dei vestiti.

«Abbiamo severe norme sul vestiario – ti ammonisce Stella quando si accorge del tuo interesse – Meglio non cadere in tentazione» ti porta via

***

Quando torni verso la tua stanza, sei piena di pacchetti ed hai un mantello trasparente addosso con tutti i simboli di Moontide che nascondono, più meno che più, il tuo “vestiario”. Sulla porta c’è un’elfa che ti sta aspettando.

«Sono Fiona – ti dice con un ghigno – sei stata brava a non rispondere al mio dispetto di benvenuto. Stella non era stata in grado: è andata in giro in topless per una settimana. È stato divertente»

«Non credo proprio!» ribatti

«Ascolta, Stella vuole farti credere che avere dei corpi da favola seminudi sia la cosa migliore in assoluto, ma ti avverto che non è così: molti coltelli si muovono nel buio. C’è gente disposta ad uccidere! Stai attenta a come ti muovi!»

«Stai solo cercando di farmi paura!»

“E ci stai riuscendo benissimo!”

«Io ti ho avvertita. Il mio dovere l’ho fatto. E spera che non mi interessi mai a te, perché ti pentiresti di quel giorno»

Ridendo si allontana.

«Ed ora che faccio?» ti chiedi

Già, che fai?

  • Ma né l'uno né l'altro: tu vuoi sapere perché Elune ti ha portato qui! (56%)
    56
  • Vuoi saperne di più sui coltelli nel buio: vai dalla Lama di Elune (33%)
    33
  • Vuoi saperne di più sui dispetti: vai da Stella (11%)
    11
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

126 Commenti

  • Ciao, Red.

    Il primo episodio mi ha toccato male per cui sul momento avevo deciso di non giocare. Però entrambi gli episodi si leggono bene, questo è innegabile. Segnalo solo un eccesso di “d” eufoniche (che fa vintage) e l’uso di “gli” al posto di “le” (che invece fa attuale). Provo a indovinare: magari abbiamo la stessa età ma nello stesso tempo frequentiamo persone molto giovani?
    Ah… adoro la seconda presente, sempre. Poi anche lo stile è molto da libro-game.

    Grazie e alla prossima.

    • Sì, mi sa che hai ragione sull’età. Le “d” eufoniche mi hanno fatto la “capa tanta” quando ero piccolo per cui le mettono senza nemmeno accorgermene. “gli” invece che “le” è un errore: so che fa molto attuale ma le donne poi mi tirano le orecchie!

      Spero invece che la storia riesca ad appassionarti nonostante un inizio che ti abbia poco convinto 🙂

      Ciao 🙂

  • Ciao Red, il capitolo mi è piaciuto molto. Pezzo dopo pezzo stai descrivendo la vicenda e il mondo che circonda la protagonista. Mi piace l’idea di queste combattenti danzanti. Per quanto riguarda i “pensieri” invece li immagino come una sorta di guida che indirizza la protagonista verso il suo destino.
    Voto per un’aggressione e vediamo che ci porterai nel prossimo capitolo.

  • Ciao Red Dragon. Questo episodio è intrigante e ricco di mistero. La tua scrittura crea una forte curiosità riguardo al ruolo di Elune e alle sfumature del mondo in cui si trova la protagonista. La scena della danza è particolarmente coinvolgente e trasmette un senso di appartenenza e connessione. Sono curioso di scoprire come si svilupperanno ulteriormente la trama e i personaggi. Continua così!

  • Voto l’Obscuria, anche se non so cosa possa nascondere.
    Povera ragazza, catapultata in un mondo non suo, senza vestiti e con pericoli imminenti che le svolazzano intorno.
    Chissà cosa ti inventi per la prossima puntata, io, nel mentre, finisco gli ultimi giorni di ferie e ti saluto.

    Alla prossima!

  • Ciao!
    Anche a me sono sorte delle domande riguardo quei pensieri in corsivo, ma sono certa che presto arriveranno delle risposte.
    Ho votato per un’Obscuria, nel capitolo non hai narrato cosa sia e, dunque, sono molto curiosa di avere altre informazioni in merito.
    Leggendo il capitolo ho trovato dei piccoli refusi sfuggiti alla fase di correzione (è inutile, non ne usciremo mai del tutto illesi😂), ma ciò non toglie comunque qualità alla narrazione che si fa sempre più interessante, quindi aspetto il prossimo capitolo per cercare di capire qualcosa in più.
    A presto!
    -Ross-

  • Ciao, scusa se non ho votato la prima puntata, ma non mi è arrivata la notifica e in questi giorni sono un po’ distratta!!! Comunque, la storia è interessante e hai ragione, anch’io mi sto chiedendo di questi “pensieri miei ma non miei”!!! chissà quando sarà svelato l’arcano…
    Ho votato per l’aggressione, passiamo dalle parole ai fatti e vediamo un esempio delle famose aggressioni!!! Alla prossima.

  • Ok, caro, la faccenda si fa interessante ❤️ mi piace come stai giocando con le parole “danzatrice” e “aggressione”, rischiando di avventurarti in un argomento tosto e spinoso.
    Mi piacciono gli scrittori coraggiosi XD quindi voto per aggressione e resto in linea.
    🙋🏼‍♀️❤️

  • Ok, volevo mettere qualcosa sui coltelli nel buio, visto che si tallonavano, invece mi ha preso mezzo capitolo. Ma mi piace come è venuto. Spero si capisca chi sta parlando soprattutto nell’ultima parte e che i “pensieri” sono i tuoi, anche se non possono esserlo 🙂

    Per quanto riguarda i fili colorati, lo scrivo qui perché non so se le armi delle Lame di Elune compariranno. Praticamente loro usano, tra le altre cose, delle fruste/catena (non so definirle meglio) facendole ruotare velocemente intorno al proprio corpo mentre danzano freneticamente per impedire di far comprendere dove arriverà il colpo. I fili colorati sono la “versione di allenamento” che hanno usato in tua presenza per evitare che ti facessi male 🙂

    Ciao 🙂

  • Come credo si sia ormai capito adoro le narrazioni in prima persona, ed ammetto che in questa storia ci stia proprio bene perché riesce a catapultarti del tutto all’interno di ciò che avviene.
    Per quanto mi riguarda ho votato per scoprire il perché Elune mi ha portata lì, in un mondo così tanto diverso dal mio, perché credo che ci sarà ancora tempo per scoprire il resto.
    Ti seguo molto volentieri,
    A presto!
    -Ross-

  • Ciao Red!
    Hahaha simpatico questo mondo e mi piace che la sua origine sia data dalla danza di una dea, c’è qualcosa di poetico.
    A me il racconto ricorda Shadowhinters perchè anche lì la protagonista si trovava alle prese con vestiti succinti e che non le appartenevano. Però è interessante quest’obbligo a scoprire la propria femminilità.

    Ho scelto i coltelli perchè mi piace scoprire le culture fantasy

    Buon lavoro

  • …non sto molto bene in reggiseno e mutandine, e in più sono un uomo analogico e questo è un racconto digitale.
    In quanto digitale non potrei definirlo “molto” o “poco” qualcosa, per cui mi limito a misurare l’estro e la fantasia dell’autore, quelli sì ben soppesabili.
    Dunque bravo Red, una storia nuova, molto promettente, e anche se non riesco a immedesimarmi nella protagonista voglio proprio vedere dove andremo a parare.
    Per intanto vorrei sapere qualcosa dei coltelli, per il resto c’è tempo.
    Alla prossima.🙋‍♂️

  • Ciao Red 🙂
    Bentornato con questa nuova storia 🙂
    La tua passione per i fantasy e giochi di ruolo si vede parecchio in questo incipit 🙂
    Mi hai ricordato parecchio l inizio di final fantasy tactics per il game boy Advance 🙂 chissà se conosci il riferimento 🙂
    Sono contento che ci hai catapultato in un mondo così colorato e senza veli (in tutti i sensi XD)
    Anche io voglio sapere perché la dea Elune ci ha portati qua 😉
    A presto 😉

  • Io voglio sapere perché Elune mi ha portato qui! Perché proprio io, che cos’ho di tanto speciale? Lo voglio sapere XD
    Ciao, caro e bentornato 🙋🏼‍♀️❤️ Finire dentro un libro è sempre stato il mio sogno, e più volte ci sono finita dentro, ma per fortuna il mio outfit non era come quello di Elanor XD XD
    Comunque sento puzza di intrigo…
    Buona scrittura 🙋🏼‍♀️❤️

  • Ciao Red, bentornato con una nuova storia.
    Da quello che ho capito la nostra protagonista si è ritrovata dentro il libro che stava leggendo; e dalle parole di Stella sembra che tutte le danzatrici siano “richiamate” in questo modo.
    La parte iniziale, fatta da brevi frasi una dopo l’altra, rende il lettore partecipe alla situazione e lo fa immedesimare, dunque dato che il lettore è il protagonista direi che lo stile della prima parte è azzeccata in pieno.
    Belli anche i richiami alla vita quotidiana che, con pochi righi, hanno descritto la parte del mondo più vicino alla protagonista (sappiamo che ci sono le danzatrici e le Lame).
    Mi è piaciuta un po’ di meno la parte finale, ma per gusto personale. Mi è sembrata una scena un tantino affrettata, ma la storia è tua.
    Nel complesso la storia è ben scritta, tranne qualche piccolo refuso facilmente individuabile con una lettura.
    Io per prima cosa cercherei di capire perché Elune mi ha trascinato qui.
    Alla prossima.

    • Nella parte finale volevo presentare Fiona e, per sua voce, il fatto che ci sia una minaccia nascosta. Se ti è risultata affrettata, me ne dispiaccio. Fiona, almeno per ora, non è una tipa che vuole “perdere tempo” con te ma ci teneva a divertirti e spaventarti 😉

      Ciao 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi