La Città dei Draghetti

Benvenuti nella Città dei Draghetti

A vederla da fuori è una cittadina come qualunque altra che potreste trovare girando per la regione Sole Nascente: casette di legno e pietra, vicoli stretti, una grande strada principale, la fontana, il pozzo e la via del fiume; senza dimenticare il Campanile e l’Albero Magno. Ma non appena vi mettete piede dentro, troverete la sorpresa: qui ci sono i draghetti! Bipedi, non più alti di un bambino di sette anni, col collo corto e la testa grande, forme tondeggianti, occhioni dolci e sorrisi così sinceri da farli sembrare teneroni anche se hanno le zanne. Sono dei più disparati colori: rossi, argentei, bianchi come la neve, azzurri come il cielo, verdi, blu, marroni e chi più ne ha più ne metta. Ogni casetta è in realtà un negozio: Dolce Forno, dove troverete prodotti da forno dolci e salati, Gioiello Cristallo, dove troverete gioielli, cristalli e statuine di ogni tipo, Bazar Bizzarro, dove c’è di tutto di più, Bocciolo di Drago, per le piante più varie, Sartoria Scaglie Dorate, per ogni tipo di abito, Fiamma Forgiatrice, per qualsiasi cosa di metallo vi potesse servire, Libri da Leggere e Giocare, lo dice il nome, Delizia di Pozioni, dove potete trovare qualsiasi unguento, olio o pozione che vi possa essere utile, Lucida Scaglie, dove bagni, massaggi e trattamenti di bellezza abbondano, Drago Frutteto, per comprare frutta e verdura, Nuvole di Coccole, per chi vuole un po’ di dolcezza… e molti altri. La particolarità è che i draghetti regalano tutto! Sul serio: chiedete qualcosa e vi sarà dato, in cambio di una stretta di mano, un complimento, un abbraccio, una carezza o qualcos’altro di simile. Accettano il baratto ma di solito ciò che danno è più di ciò che ottengono: se gli date un sacco di farina, ad esempio, otterete una fornitura di pagnotte per un mese! E se gli date oro o gioielli, vedrete i loro occhi accendersi e verrete riempiti di regali e trattamenti extra!

Nelle varie cittadine, il Campanile è di solito collegato ad una qualche chiesa dedicata ad un Santo. Nella Città dei Draghetti il Campanile è collegato ad un parco giochi e la campana suona quando è il momento di andare a giocare! Invece intorno all’Albero Magno si svolgono svariate feste, esattamente come capita nelle varie cittadine della regione ma qui i draghetti si fanno in quattro per decorare di volta in volta l’albero in modo diverso per rispecchiare la festa che si va a svolgere.

Un discorso analogo si può fare alla Via del Fiume, dove i draghetti hanno costruito diversi pontili e vendono, cioè regalano, barche su barche. Ali di Cigno, il cantiere navale, è sempre all’opera perché le richieste paiono non esaurirsi mai. Ed i draghetti fanno anche diversi giochi d’acqua ed insegnano a nuotare!

La fontana ed il pozzo sono i luoghi principali dove si attinge l’acqua: anche se diversi negozi hanno l’acqua corrente, non è raro vedere i draghetti fare la spola od anche feste lì intorno!

Nessuno sa dove viene tenuta la Cassa Comune, cioè l’oro ed i gioielli che qualcuno regala loro e per cui riceve tutti i trattamenti extra di riguardo. Si sa invece che i draghetti dormono nei loro negozi, in un secondo piano od in un piano rialzato e sembrano non aver problemi se qualcuno viene da loro di notte, anzi in due e due quattro sono in grado di allestirti una stanza per poter passare la notte, ricevere una colazione, farti un bagno o qualsiasi altra cosa di cui puoi avere bisogno. L’Ospitalità delle Stelle, come la chiamano loro, è considerata molto importante!

La Città dei Draghetti è molto prospera, con molta gente che va e che viene per usufruire dei loro servigi, anche se non sono pochi a chiedersi come facciano a fornire tutto questo gratis, senza farsi pagare, e dove prendano tutte le materie prime di cui abbondano.

Durante la notte, se non hanno ospiti, chiudono tutte le casette, vanno a lavarsi, danzano intorno all’Albero Magno e poi si salutano e vanno a letto. E la mattina, quando il gallo canta, le casette si riaprono e ci si prepara per una nuova giornata.

Chiunque conosca i draghetti, è ben felice della loro presenza, ma la loro prosperità genera anche diverse gelosie e tentativi di causare danni. I draghetti non sembrano farsi problemi e reagiscono ad ogni problema in modi diversi: non hanno paura delle armi, del fuoco o di altro; ladri, spie ed assassini vengono in genere beccati non appena mettono piede in città (e nessuno sa come questo sia possibile) e ricondotti alla ragione o, se proprio sono recidivi, vengono cacciati; nessuno sa perché non ci riprovino mai più a dar fastidio ai draghetti. I tentativi di sabotaggio o falliscono o vengono risolti senza che nessuno si accorga di niente. È un grosso mistero quello che aleggia sui draghetti, eppure nessuno di loro ha mai tentato di fare danni, anzi più aiutano più sono contenti.

Questa è la città dei draghetti. Siete pronti ad avventurarvi all’interno e scoprire qualcosa di più su di loro?

Ovvio che sì o non sarei qui! Io direi di partire da...

  • Dalla preparazione di una qualche festa (potete suggerire quale). (0%)
    0
  • Da un vicino geloso che prova a fare danni (43%)
    43
  • Da vedere come una ragazzina cambia la sua vita grazie ai Draghetti (57%)
    57
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

115 Commenti

  • Ciao, magari fosse possibile fermare le guerre a suon di torte, la vita sarebbe più dolce in tutti i sensi!!! Non è che i Draghetti possano venire qui sulla terra a insegnare la loro filosofi gli uomini?
    Ho votato per troppi zuccheri, sono curiosa di vedere se i Draghetti hanno un punto debole!!! Alla prossima.

  • Voto il Re dei Ladri e i Piccoli Ribelli.
    Ciao, Red.
    La storia di Yvies, il delinquente con una passione per sabotare e causare guai, cattura l’attenzione. La sua interazione con i Draghetti, in particolare con Dolci Note e la campana, aggiunge un tocco di mistero e curiosità. Mi piace come il racconto si sviluppa e lascia spazio a ulteriori domande.
    Alla prossima!

  • I draghetti sembrano personaggi così innocenti ed innocui, quali segreti potranno mai nascondere? Sono ansiosa di scoprire i loro scheletri nell’armadio.
    Comunque, se stessero cercando qualcuno da condannare a ricevere delle coccole per l’eternità, mi offro come volontaria: magari potrebbero perfezionare i loro metodi😂.
    Scherzi a parte, ho votato per l’organizzazione di una festa dei dolci: non credo sia un’ “prematuro” parlare di nemici, ma mi piacerebbe continuare a conoscere i draghetti.
    A presto!
    -Ross-

    • Magari i loro scheletri sono di gomma 😛

      I Draghetti sono pronti a dare coccole a tutti, buoni o cattivi che siano. La Festa di Dolci sarebbe una cosa molto zuccherosa ma per ora è in vantaggio l’esercito invasore: magari i dolci lo addolciscono 😛

      Ciao 🙂

  • Ciao, tu scrivi di fantasia, ma ho qualche dubbio che ci siano veramente persone che si divertono a veder soffrire gli altri!!! Peccato che nella realtà non possiamo fare e pensare come i Draghetti, il mondo sarebbe un posto migliore, quanta saggezza in quegli animali magici!!!
    Ho votato per l’esercito invasore, vediamo come se la caveranno stavolta!!! Alla prossima.

  • Ciao, voto un esercito ( ma che non sia troppo cattivo).
    Si vive in un cartoon a puntate e non c’è spazio per i cattivi veri.
    Belli e confettosi i draghetti senza mire, senza politica sporca o interessi personali. Peccato che sia solo frutto della tua fantasia senza regole…
    Ciao🙋‍♂️

  • Ciao, il posto deve essere davvero magico se capitano cose così belle, magari esistesse anche nella realtà!!! Spero che dietro tutta questa perfezione non si nasconda qualcosa di oscuro!!!
    Ho votato per il pericolo, vediamo se anche stavolta riescono a fare un miracolo!!! Alla prossima.

  • Ciao!
    Avevo promesso che sarei passata e sono riuscita a mantenere la parola.
    Bella la descrizione della città dei draghetti, credo di aver trovato la meta delle mie prossime vacanze 😂.
    Ho votato per osservare come la vita di una ragazzina possa cambiare grazie ai nostri protagonisti draghetti perché ciò mi ha dato le stesse vibes di un cartone animato che guardavo da piccola (credo si chiamasse “Cuccioli Cerca Amici”, ma sono passati anni e non sono sicura del titolo) in cui alcuni animali che vivevano in un luogo simile a quello che hai descritto venivano periodicamente inviati sulla Terra affinché potessero trovare il bambino al quale erano stati destinati.
    Molto probabilmente non ti sarai ispirato ad esso, ma la sensazione di tornare bambina è sempre piacevole.
    Ti seguo! (Spero con più assiduità questa volta 😂)
    A presto
    -Ross-

    • Ciao! Arrivi giusto in tempo! Sono contento di averti fatto tornare bambina ed andiamo a vedere come una ragazzina cambia vita… con un piccolo accenno ad un vicino geloso 🙂

      Ciao 🙂
      PS: Cuccioli Cerca Amici l’ho sentito nominare ma non credo di averlo mai visto 🙂

  • Voto la ragazzina, curiosa di sapere cosa e come scambierà.
    Bentornato!
    Nuova storia con protagonisti i draghetti e il loro simpatico e coloratissimo paesino. In questo mondo 🌍 di brutture, sarebbe bello passare un po’ di tempo a far compere nei loro negozi , magari, fermarsi anche un po’ di più.
    “Od in” è brutto da leggere, perdonami ma dovevo dirtelo. Tutto il resto fa presagire un racconto spensierato e questo mi piace.

    Alla prossima!

  • Come ogni storia di “ridenti villaggi felici” serve sempre un ospite che venga a scoprire il luogo.
    Il cattivone verrà dopo.
    Idea carina e pucciosa, già io adoravo opera come I Puffi e my Little Pony.
    Unica critica, io non avrei presentato subito tutto quello che ha da offrire la città, avrei lasciato qualcosa per i capitoli successivi. O almeno avrei messo qualcuno, tipo una guida, che presenti il tutto.

  • Ben tornato Red, voto la ragazzina, mi immergo nel mondo colorato e “felice” dei tuoi draghetti, in una storia che è già una favola…
    Sono così belli che avrei osato di più nel descrivere la sorpresa di trovarli lì, padroni di casa.
    Ciaooo🙋‍♂️

  • Ciao, sembra un paradiso in terra!!! Ma come sempre… cosa si nasconde sotto la superficie di perfezione, chi sono i loro nemici più temuti? Mi sa che dovrò aspettare le prossime puntate per scoprirlo!!!
    Ho votato per il vicino geloso, nella realtà ce ne sono tanti, quindi… perché non vederne anche nella fantasia!!! Alla prossima.

  • Eccoci qua! Storia ispirata ai Draghetti di Flamecraft (basta cercarlo su Internet. Non metto il link per evitare che vada in moderazione). Se devo essere sincero, non ho idea di dove andare a parare: mi faccio suggerire da voi e vediamo se funziona ^_^

    Ciao 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi