Prede e Predatori

Dove eravamo rimasti?

E qui fermiamo il capitolo bello spinto. Chi ci sarà mai alla porta? Un estraneo? (67%)

Visite sgradite

“Chi c’è?” chiese Isaac a Cyrus mentre guardava dalla finestra.

“C’è un tizio”.

“Un tizio?”.

“Sì un uomo vestito in modo strano per essere precisi”.

A quella descrizione persino Isaac e Vicky si avvicinarono per vedere meglio.

Fuori dalla porta si trovava un uomo anziano con una folta barba bianca, capelli e camice bianco da laboratorio. Sulle spalle portava uno zaino mentre in mano teneva quella che sembrava una pistola.

“Chi diavolo è? Un vicino?”.

“Impossibile, Isaac, oltre alla nostra casa ce né sta un’altra qui vicino, ma è disabitata”.

“Sarà un venditore porta a porta?”

“Oh sì certo, Vicky, un venditore di gadget del film Ritorno al Futuro!” urlò Cyrus

Da fuori intanto l’uomo continuava a bussare con insistenza.

“Va bene, Cyrus, va ad aprire e senti cosa vuole”.

“Cosa? E perché io?”.

“Perché io sono il capo e fai quello che ti dico” e alle parole di Isaac l’uomo obbedì sbuffando.

Una volta davanti alla porta d’ingresso Cyrus prese due profondi respiri “Stai calmo, Cyrus, andrà tutto bene, solo se però stai calmo” e poi aprì.

“Salve come posso…”.

“Lei è qui!? Portami subito da lei!” e a quelle parole Cyrus sferrò all’uomo un potentissimo pugno in faccia che lo fece svenire “cazzo”.

“Perciò, fammi capire” cominciò Isaac che tutto agitato stava in piedi, mentre Vicky frugava nello zaino dell’uomo, “Appena ha aperto bocca, tu lo hai messo KO?”.

“Beh sì, ma…”.

“Niente ma! Non capisci che ora siamo nella merda fino al collo, grazie a te!?”.

“Ma”.

“Ho detto niente ma! Tra qualche ora i conoscenti di questo signore non vedendolo tornare chiameranno la polizia!”

“Facciamolo fuori allora” disse Vicky che frugando nel suo portafoglio rubò tutti i soldi che aveva l’uomo.

“Col cazzo! Io non uccido così alla leggera!”.

“Dobbiamo, Isaac, quest’uomo è venuto qui ben sapendo che tenevamo un ostaggio. È pericoloso”.

“Non capisco cosa sia questa cosa” disse Vicky afferrano “l’arma” che l’uomo stringeva in mano, se si premeva un bottone rilasciava degli strani suoni “Una cosa è certa, questa non è un’arma”.

“Questo non toglie che hai fatto una stronzata! Ora sparisci e lasciami riflettere!”.

E alle parole di Isaac, Cyrus lasciò la stanza sbuffando in direzione del bagno.

Dopo essersi lavato la faccia si guardò allo specchio per poi spaccarlo e urlare “Vaffanculo!”.

Il suo pessimo carattere lo aveva sempre messo nei guai. Ma il vero motivo per quale era così nervoso era per Jane. Per quanto cercasse di non pensarci il desiderio di far sesso con lei lo tormentava continuamente.

“Fallo Cyrus” l’uomo alzò la testa e alla sua destra vide Vicky. Però aveva qualcosa di strano, era rossa, con le corna, la coda appuntita e in mano teneva un forcone.

“Vicky? Ma che cazzo fai? Non siamo mica a carnevale!”.

“Non sono Vicky idiota! Sono la tua coscienza cattiva”.

“Ah, e indovino, Isaac è la mia coscienza buona?”.

“Proprio così” rispose un Isaac con aureola, tunica bianca, ali e un’arpa in mano.

“Ottimo, sono ufficialmente pazzo!”.

“Se sei pazzo allora lasciati andare, va in quella stanza e scopati quella ragazza, lo so che non vedi l’ora di farlo” disse la Vicky diavola.

“Non lo fare Cyrus, rischi già tanto così, pensa se io ti becco… cioè, se il vero Isaac ti becca far sesso con Jane. Andrà su tutte le furie! Potrei ucciderti!”.

“Cioè potrebbe uccidermi” corresse Cyrus.

“Sì è vero, la prossima volta immagina altre persone come tue coscienze” e a quelle parole i due sparirono.

“È stato molto utile, adesso ho le idee ancora più confuse” pensò l’uomo uscendo dal bagno.

“Confuse per cosa?”.

“Confuse se non entrare in quella cazzo di stanza e sbattermi quel gran pezzo di…” Cyrus si stoppò appena capì che davanti a lui c’era il vero Isaac e non un altro frutto della sua immaginazione.

“Ho fatto portare l’uomo nel furgone” spiegò Isaac “come la stanza di Jane anche quello è insonorizzato, domani poi penseremo a cosa fare dell’intruso”.

“Va bene. Per quella cosa che ho detto, vedi…”.

“Tranquillo Cyrus, ci ho pensato su, e se il tuo problema è di non riuscire a trattenere i tuoi istinti, allora, te li lascio liberare”.

“Cosa!? Stai scherzando?”.

“Affatto, non nascondo che anch’io ho certi pensieri sconci per la testa, poi cavolo, che corpo che ha quella ragazza! Ma ho capito che il più affamato dei due sei tu. Perciò fai pure, va a scoparti quella ragazza”.

“Ma che…”.

Già, ma che diavolo sta succedendo? Isaac che cambia idea! Cogliamo la palla al balzo. Ditemi cosa succederà dopo.

  • Cyrus e Isaac beccano Vicky (25%)
    25
  • Cyrus rifiuta (75%)
    75
  • Cyrus accetta (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

28 Commenti

  • Mi dispiaciuto che sia rimasta viva X perché mieterà molte altre vittime.,,

    Allora, commenti finali: la storia è stata un flop! Flop sulla piattaforma perché i lettori sono via via scomparsi; flop per me che seguo che seguo perché, nonostante alcune idee fiche che hanno ribaltato e rivitalizzato diverse volte la storia, alla fine si è trasformata in una carneficina senza né arte né parte. Flop per te perché l’ho letto sotto. Altro appunto: secondo me avresti dovuto inserire qualche accenno a cosa ci si sarebbe potuto aspettare perché l’ultimo voto io l’ho dato perfettamente a caso. È vero che anche Vicky avrà scelto a caso però… sai, nei giochi scegliere a caso non è sempre sinonimo di quacosa che sta venendo bene (poi anch’io faccio errori simili: pensando di dare cognizione di causa ed invece i lettori non hanno capito niente e scelgono a caso 🙂 ).

    Nonostante questo, ti dico di non demordere, specie quando vai su generi che non hai mai fatto e che non conosci: è più probabile che sia un flop che non un successo. Poi magari riesci anche a stupirci come con Cuori Primitivi, ma la normalità è il flop.
    Anche nei generi in cui ci si trova a proprio agio, non sempre le storie vengono bene: io ho all’attivo tantissime storie ma poche di questi hanno avuto davvero successo ed in una sono riuscito pure a fare il fuggi fuggi generale 😀

    Quindi prenditi la giusta pausa, elabora come vorresti fare il tuo giallo fantascientifico (sempre letto sotto) e rimettiti alla prova: io ci sono ad aspettarti perché mi hai sempre incuriosito 🙂

    Ciao 🙂

  • Salve a tutti. Voglio subito dire, per quanto brutto possa sembrare, ma mi posso considerare deluso da me stesso! Da quando sono membro di questo sito penso che questo rientri tra i racconti peggiori che abbia scritto! L’idea mi sembrava bella. Scrivo una storia che inizialmente è un thriller, e a metà, si trasforma in qualcosa di surreale. Volevo fare come nel film “Dal tramonto all’alba” di Rodriguez e Tarantino. Ho volato troppo alto e il racconto è venuta fuori una schifezza!
    Mi scuso anche per il capitolo finale così corto, ma veramente non ne potevo più!
    Ma adesso basta lamentarsi e andiamo sulle curiosità.
    Tanti inizialmente mi avevano chiesto perché i rapitori aveva strappato i vestiti di Jane lasciandola nuda. Io avrei voluto rispondere, ma se lo facevo addio curiosità. Ebbene la risposta è semplice. Perché succede in un film.
    Ebbene sì. La prima scena, e anche la base di questo racconto, è un omaggio a “La scomparsa di Alice Creed” un film con Gemma Artenton che rientra tra i miei preferiti nel suo genere di appartenenza.
    Già neppure i nomi sono messi a caso. La vittima Jane Whiteson si chiama così in onore di J. Blakeson, il regista della pellicola. Invece Vicky, Isaac e Cyrus le loro iniziale formano il nome VIC, il personaggio nonché mente del rapimento interpretato da Eddie Marsan.
    A parte i nomi non ho molte curiosità. Scelte come: il cognome del dottore, la comparsa del gorilla e il fatto che i tre hanno rapito per sbaglio “La Cosa” sono state fatte solo con un criterio… mi facevano ridere. Già, tante mie scelte di scrittura derivano dal fattore risata.
    Per il finale invece c’era la possibilità di un “Happy Ending” ovvero con il retino per farfalle. Mentre il fucile avrebbe spaventato X, ma sarebbe tornato il gorilla che avrebbe ucciso Vicky.
    Il Boss della donna mi sarebbe piaciuto esplorarlo un po’ di più in questo racconto. Ma stavo già uscendo fin troppo dal filo logico, e non serviva un altro personaggio a rovinare il tutto. Forse in futuro lo riutilizzerò, chi lo sa.
    Comunque dopo questo racconto, oltre al fatto che non scriverò mai più niente di Erotico, penso che prenderò una lunghissima pausa, ho già un’idea per il prossimo racconto, ma mi serve tempo per pensare. Pensare se serve ancora pubblicare racconti su questa piattaforma, dove alla fine a rispondere ai commenti c’è solo una persona (che ancora ringrazio). Ma specialmente mi serve tempo per pensare a come scriverlo essendo che sarà un giallo. Altro genere nel quale mi sento negato!
    Scusate il pessimismo. Ma a volte serve. Eccovi il trailer del prossimo racconto.

  • “E mi stai dicendo che questo racconto è stato scritto da un tuo simile, Ofe-ia?”.
    “Esatto, Yuki, da un’intelligenza artificiale risalente al neolitico digitale”.
    “E si vede, questa storia non ha senso! Inizia come un thriller e magicamente diventa un guazzabuglio d’idee mal assortite tra loro!” disse la ragazza chiudendo la pagina di internet.
    “Per favore, Ofe-ia, apri le finestre”.
    “Certamente” disse l’intelligenza artificiale a forma di macchia con un solo occhio dentro lo schermo olografico del computer.
    Con un bip le persiane si aprirono facendo irradiare la stanza di una potente luce.
    “Devo smettere di leggere questa roba” disse Yuki massaggiandosi le palpebre.
    “Vuoi che ti cerco altri racconti per rilassarti?”.
    “No, Ofe-ia, è inutile, le uniche cose che veramente mi rilassano sono mangiare i dorayaki e risolvere casi”.
    “Allora ti cerco un altro giallo? Mi assicuro che sia uno scrittore umano e non un mio simile”.
    “Sai che c’è, oggi è una bella giornata, usciamo a prendere una boccata d’aria”.
    “Finalmente!”.
    Così dicendo Yuki collegò con un cavo USB un bracciale al computer.
    Dentro allo schermo, cicino a Ofe-ia comparve una porta e l’assistente digitale dopo averla attraversata finì dentro l’ornamento della ragazza.
    “Dove mi consiglio di andare oggi?” chiese Yuki dopo essersi messa dei pattini.
    “Che ne dici di andare al parco pubblico cubico? Oggi al vertice c’è il Giardino tropicale”.
    “A me piace solo il Giardino autunnale, per stavolta starò a testa in giù” rispose ridendo.
    Dopo aver attraversato il corridoio Yuki aprì la porta di casa sua, che si trovava in cielo insieme ad altre abitazioni.
    Premendo un pulsante accese i pattini con i quali cominciò a fluttuare nell’aria.
    “Prossima destinazione, un radioso futuro!”.
    “Smettila di urlare quella frase, Ofe-ia! È imbarazzante!”
    Una volta uscite, il cellulare della ragazza rimasto nella stanza cominciò a vibrare, e sullo schermo comparve il logo della polizia.

  • A caso e sul momento? Prendiamo il cilindro: o la va o la spacca.

    Quindi Isacc è morto, Cyrus è scappato con un gorilla incacchiato dietro e Vicky sta per affrontare “all’arma bianca” X… Direi che c’è tutto perché finisca con tutti morti… ma vediamo se riesci a sorprendermi 🙂

    Commenti finali dopo l’ultimo capitolo.

    Ciao 🙂

  • Voto un orso!
    Il doppio colpo di scena è spettacolare: mi chiedo se avevi in mente qualcosa di simile fin dall’inizio o ti è venuto in mente con i voti.
    Mi chiedo ora cos’altro succederà 🙂

    Per quanto riguarda il capitolo, un consiglio per migliorare: durante il salto scena tra quando Cyrus e Vicky svengono e si riprendono, è meglio mettere un segno di pausa per far capire che c’è stato il salto scena. Io uso i tre asterischi, tu puoi usare quello che ti pare 🙂
    Ho notato poi che ogni tanto hai usato “le” al posto di “gli” e viceversa.

    Al prossimo capitolo ^_^

    Ciao 🙂

  • Indeciso tra lotta e fuga, alla fine ho scelto fuga!

    Secondo me, quella serpe di Vicky non l’ha trattenuto manco per niente od al massimo giusto il tempo di permettere ad Isacc di vederlo in opera!

    E mo succederà un casino, se Isacc mantiene fede a quanto detto. Magari non gli spara davanti alla ragazza (potrebbe colpirla), ma le cose potrebbero precipitare molto velocemente.

    Ciao 🙂

  • Ciao!
    Scusa se passo solo adesso.
    Ho trovato questo capitolo più “frettoloso” degli altri che, almeno a mio parere, sembravano avere un’andatura un po’ più lenta rispetto a questo, ma nel complesso, come gli altri del resto, non è per nulla male ( eh sì, anche a me la scenetta comica ha parecchio divertito 😂).
    Il prossimo capitolo sarà il quinto, quindi perché non mettere un po’ di “zizzania” tra i tre rapitori?
    Ho votato, quindi, affinché Vicky venga scoperta.
    Ciao e a presto!
    -Ross-

  • Cyrus ed Isacc beccano Vicky.

    Due cose: uno, hai introdotto un bel mistero! Non c’è che dire. Spero che la questione non si fermi qui, con la semplice uccisione dell’uomo perché è molto particolare quello che è successo. Due, la parte comica ha finalmente fatto capotino anche qui, facendomi prima sorridere e poi sbellicare.

    Mi chiedo sinceramente quali siano i piani per questa storia, ma lo scopriremo leggendo 🙂

    Certo che Isacc che cambia idea è veramente strano… mmmm…. c’entrerà quella pistola giocattolo?

    Ciao 🙂
    PS: c’è un certo punto in cui non si capisce chi sta parlando: credo che sia saltato un a-capo.

  • Capitolo 3: un estraneo.

    E hai capito la nostra Vicky: le piacciono le donne e credo che se ne approfitterà altre volte, visto che ad un uomo faranno attenzione mentre ad una donna… sempre che Isacc o Cyrus non inizino a sospettare qualcosa.

    Ho capito perché l’hai classificata Eros!

    Ciao 🙂

  • Interessante, sono curioso di vedere come va a finire.

    MI chiedo inoltre a cosa serva la sbarra all’interno del furgone: magari avrà un ruolo nel seguito e in quel caso si scoprirà leggendo gli episodi successivi, ma se invece è qualcosa di legato alla dinamica del rapimento che “dovrei capire”, come il cambio di targa o l’insonorizzazione della stanza e del mezzo… allora illuminatemi (non mi intendo né di furti d’auto né di rapimenti…).

  • Se dei genitori credano che alla propria figlia serva inscenare un rapimento per attirare la loro attenzione, non oso immaginare a cosa siamo abituati da parte sua😅.
    A questo punto tutte e tre le opzioni andrebbero bene, ma ho votato per un video in cui viene chiesto un riscatto immaginando che fosse l’unica opzione che possa fare effettivamente “ricredere” i genitori.
    Sono interessata al personaggio di Cyrus, spero che la sua “psicologia” possa trovare spazio anche nei capitoli successivi.
    Continuo a seguirti con interesse.
    A presto!
    -Ross-

  • Indeciso tra video e foto; visto che nel primo capitolo sono state fatte delle foto, usiamo le foto 🙂

    Mi sembrava strano quanto stava accadendo: infatti era l’immaginazione del ragazzo 🙂

    Continuo a chiedermi perché l’hanno fotografata nuda, ma forse lo scopriamo nel prossimo capitolo.

    Ciao 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi