The weird family of the Winter Park Avenue

Dove eravamo rimasti?

What will Lisa do now? He confronts Eric to ask him what really happened. (50%)

Chapter 3: Suspicions

Lisa era così ansiosa di sapere cosa fosse successo e le notizie che aveva sempre in mente. Ha deciso di andare il giorno successivo per confrontarsi con lui e fargli diverse domande.

Il giorno dopo
Lisa sembrava un po’ nervosa e pensierosa. La verità è che è difficile chiedere a una persona se tutte le notizie su di lei come possibile assassino siano vere.

Durante la lezione di Chimica, Lisa pensava ad avvicinarsi e lavorare insieme in classe, oltre ad avere il coraggio di chiedergli se tutte le notizie fossero vere o false.

– Ciao Eric, possiamo lavorare insieme? Gliel’ho detto cercando di essere amichevole con lui.

– Perché all’improvviso cerchi di sembrarmi amichevole? Ieri mi hai odiato per averti indirettamente chiamato stupido. -Vero, non ha senso farlo. Almeno nascondi che vuoi qualcosa, Lisa.-

– Beh, il passato è passato. Vorrei davvero essere tuo amico. -Sì, certo, mi piacerebbe essere amico di un possibile assassino- Allora, posso essere il tuo compagno di classe di Chimica?

– Certo perché no. -Perfetto, prima fase dell’indagine conclusa. Adesso non mi resta che chiederti se lui e la sua famiglia sono degli assassini, molto semplice.-
-Ehi, sarò sincero con te…volevo davvero sapere chi eri e perché ci sono così tante notizie terribili a proposito di te. -Gliel’ho detto senza pensarci.-

-Oh, a proposito… La gente crea fake news, ne- Non mi è mai piaciuto Steph ma non sarei capace di ucciderlo. Ed è meglio che tu non ti preoccupi più di dove non ti chiamano, e non creda a tutto quello che vedi al telegiornale. Non si sa mai quando potrebbero essere vere.

Era ovvio che avrebbe negato tutto, ma lui sembrava nervoso, sono sicuro che mi sta nascondendo qualcos’altro. Devo fare qualcos’altro, ho bisogno di sapere qual è la verità…

La lezione di chimica finì e ci fu solo un silenzio imbarazzante, lui era arrabbiato e io ero solo distratto pensando a cosa avrebbe potuto fare.
“Ringgg”

– Infine. -disse Eric- Ehi, scusa per quello che è successo prima. Non volevo parlarti come un ficcanaso, è solo che… è stato tutto difficile da quando mi hanno incolpato di… quello. Tutti mi vedono come uno strano idiota omicida con cui nessuno vuole parlare. -Ora mi sento male, ma so che sta mentendo, il suo sguardo sembrava un po’ perso e sembrava che volesse solo dispiacermi per me per farmi dimenticare quello che gli avevo chiesto.

What should Lisa do now?

  • Lisa follows him home and finds something. (45%)
    45
  • Lisa befriends him but continues investigating. (27%)
    27
  • Lisa believes him and forgets the news. (27%)
    27
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

4 Commenti

  • Feedback da parte della docente: attenzione ai tempi verbali. Ricorda di mettere la “s” in terza persona singolare del presente indicativo e di coniugare i tempi al passato quando hai iniziato la frase al simple past.
    Buon prossimo episodio!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi