Progetto Garden

Il Muro è aperto!

Una landa desolata che si estende a perdita d’occhio; una strada che la percorre; si vedono alcune case diroccate, altre chiuse; poi una piccola piazza, ci sono segni di incuria ma sembra ben messa. Ci sono alcune case; è il tramonto; in una di esse c’è una luce accesa. Delle voci…

«Quante volte ti devo dire che queste cose non le devi fare!» urla una voce femminile.

«Lasciami in pace! Hai sempre da ridire su tutto quello che faccio!» ribatte un’altra voce femminile più giovane.

«Perché io ho ragione e questa è casa mia!»

«È anche casa mia!»

«Adesso ti insegno io come ci si comporta!»

Rumori, urla, insulti; si sentono porte sbattere ed oggetti fracassarsi. Poi una ragazzina scappa fuori dalla porta, tenendo bassa la testa e le mani su di essa, mentre una padella le vola appresso, sfiorandole il capo. Laura, questo è il suo nome, corre fino al lato opposto della piazza, voltandosi in posizione di difesa solo all’estremo opposto. Nessuno la segue. Tira un sospiro di sollievo: non le sarebbe andato di far a botte con la zia per evitare che lei le spaccasse la testa a padellate.

«Sicura che non vuoi che ci parli?»

A parlare è stata Lea, TecnoRaider Capo. Alta più di due metri, la sua testa di leonessa sta sorridendo alla ragazzina; i suoi occhi bicromi, uno azzurro ed uno argentato, quest’ultimo passato da tre ciccatrici rosse, la guardano con dolcezza. Laura scuote la testa; i suoi lunghi capelli rossi sembrano onde mosse dal vento. I suoi occhi verdi si velano di lacrime. Corre ad abbracciarla.

«Grazie di avermi voluto tra le TecnoRaider» dice.

«Ti sei dimostrata una brava Giovane Drago» risponde Lea.

Laura si stringe a lei; il suo manto marroncino è straordinariamente morbido e profumato in questo momento. Lea è sempre stata così: dolce, gentile, ferma quando serve, severa al punto giusto, ma sempre in grado di capirla, mai cattiva… la mamma perfetta…

“Ma cosa sto pensando – si riscuote Laura – Lea è un’aliena: chissà quante cose ci sono di lei che non conosco. Il fatto che mi ci trovi bene, non è la stessa cosa che viverci!”

«Tutto bene?» chiede Lea abbassandosi alla sua altezza.

«Io… sì, diciamo di sì. Mi accompagneresti al bar?»

«Mi offri l’Oro Nero?» sorride.

«La cioccolata? – ride – Doppia razione!»

***

Tarda mattinata. Laura ed altre 14 ragazzine, formanti il gruppo TecnoRaider dei Giovani Draghi, sta uscendo adesso da scuola. Durante la lezione di Storia hanno parlato del Muro: un luogo costruito prima del Grande Cataclisma al cui interno non si sa cosa ci si trovi. Il Muro circonda una vasta area di più di 97 milioni di ettari. Un’estensione incredibile. Laura dice che dovrebbero chiamarla Cupola visto che neppure dall’alto è possibile vedere cosa c’è.

Stanno ancora parlando di questo, quando vedono Jen, TecnoRaider Capo.

«Giovani Draghi» saluta lei.

«Ciao Jen! – rispondono loro – C’è per caso una missione in arrivo?»

«Dipende da voi: oggi avreste dovuto studiare il Muro»

«Sì, infatti»

Ognuno di loro ripete quanto ha imparato.

«Mi fa molto piacere perché ci è appena giunto questo»

Consegna loro una lettera; una scrittura fine e molto decorata, ricercata per essere il più leggibile possibile:

Caro abitante al di là del Muro, spero che tu sappia leggere la mia scrittura. I tempi sono maturi ed i Varchi si stanno aprendo, come da programma. Spero che quando riceverai questa, il mondo dalla tua parte non sia uno sfracello come dalla mia perché avrei una cosa da chiederti: mi porteresti i seguenti oggetti?

Segue un lungo elenco di vestiario, dall’intimo, al costume da bagno, dai vestiti per tutte le stagioni, ai pigiami, dai sandali agli stivali, passando per vestaglie e cappotti.

Mi raccomando fai attenzione ai Supermutanti (li chiamerei mostri, ma non tutti lo sono ed altri sono qualcosa di peggio) ed agli uomini (anche se chiamarli così è un’offesa) dell’Enclave. Ti ringrazio anticipatamente.
Titania, Sopravvissuta del Rifugio, Progetto Garden.

È firmata con la testa di una pantera stilizzata.

«Perché vestiti?» si chiedono le Giovani Draghi.

«Non ne è ho idea» è la risposta di Jen.

«Come sarebbe a dire Progetto Garden?» esclama Laura.

«Ne sai qualcosa?» chiede Jen.

«Ne parla ogni tanto mia zia. Ha a che fare con le piante ma altro non so: ogni volta che provo a chiedere qualcosa, mi prende a padellate»

«Aspettate un momento – dice una dei Giovani Draghi – Ma se questa lettera viene da di là del Muro questo significa…»

«Che il Muro ha ceduto e ci rivela il suo contenuto – anticipa Jen – Idol ha già intenzione di andarci dentro e noi dovremmo saperne di più prima che arrivi. Inoltre Titania ha espressamente richiesto il nostro intervento… oltre ai vestiti»

«Come fai a dirlo?»

«Quando il Muro ha ceduto e Lea si è avvicinata a vedere, una pantera le ha consegnato la lettera»

«Una pantera?!»

«Ne so quanto voi. Ma il corpo TecnoRaider vuole saperne di più; io e Lea abbiamo pensato a voi, Giovani Draghi. Cosa rispondete?»

«Tra quanto dobbiamo andare?»

«Lea ci aspetta sul posto, con i vestiti richiesti»

«Prendiamo le TecnoRaid ed arriviamo!»

Cosa incontreranno per primo al di là del Varco?

  • Titania! In fondo è stata lei a chiamarli! (0%)
    0
  • Un "Uomo" dell'Enclave! (20%)
    20
  • Un Supermutante! Potete specificare se un mostro, qualcosa di meno o qualcosa di più! (80%)
    80
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

59 Commenti

  • Ciao Red, mi scuso per il mio ritardo che ormai è diventato praticamente cronico.
    Nonostante l’inaspettato pareggio delle due precedenti opzioni, questo capitolo ti è uscito proprio bene, ci sono solo dei piccolissimi refusi nella parte iniziale che saranno sicuramente frutto della distrazione ma, come hai detto tu, nessun capitolo ne sarà mai veramente privo.
    Il caratterino di Titania era già stato anticipato nei capitoli precedenti, ma credo che qui si venuto realmente fuori (e, d’altronde, chi potrebbe poi darle torto?).
    Per quanto riguarda l’ultima parte l’ho trovata un po’ troppo affrettata, probabilmente sarebbe venuta molto meglio se ti fossero rimasti più caratteri da utilizzare, ma comunque ciò non toglie nulla al capitolo.
    Ho votato per un confronto tra Laura e la zia, è dal primo capitolo che aspetto di capire qualcosa in più su loro e sul loro rapporto 😅.
    A presto!
    -Ross-

    • Ed io stavo aspettando il momento giusto per farvelo vedere, anche se la zia cercherà di non farsi scoprire… non anticipo altro 🙂

      Le parti finali dei capitoli mi risultano sempre affrettate perché, spesse volte, mi accorgo troppo tardi che sto finendo i caratteri. Tuttavia cerco sempre di migliorarmi (a volte ci riesco, a volte no).

      Vediamo quale voto vince 🙂

      Ciao 🙂

  • Capitolo 6)

    Ciao Red!

    Come dici anche nell’ultimo messaggio, questo capitolo è davvero ben riuscito. Complimenti.
    Nel file privato, nel caso, puoi lavorare all’utilizzo di termini che possano dare “più azione” soprattutto durante le sparatorie, ma direi che anche così funziona alla grande! 😉
    Sempre nel file privato, non avendo il lettore – per questa storia – della dimensione delle armature, chiarire anche solo con un dialogo che sarebbe per loro impossibile attraversare quello spazio anche avendole indosso. 😉
    Alla prossima!

  • Ciao, per fortuna erano guerrieri di vetro, altrimenti le nostre eroine se la sarebbero vista davvero brutta!!! Però non so davvero cosa aspettarmi, credo che il progetto Garden debba svelare ancora molti segreti!!!
    Ah, solo per farci quattro risate, ti segalo un refuso nella prima frase: “far riconsocere”, centrano per caso le suocere?
    Ho votato per Laura e la zia, sono curiosa di saperne di più Alla prossima.

    • È spuntato il commento, non so se leggerai la mia risposta, ma rispondo uguale 🙂

      Sì, attualmente i Guerrieri di Vetro sono facili da sconfiggere; il problema nascerà adesso che capiscono che con le TecnoRaider non bastano… ma noi vedremo Laura e la zia, quindi per ora lo lasciamo in sospeso 🙂

      Ciao 🙂

  • Eccovi il nuovo capitolo: la parità mi ha costretto ad inserire di fatto un mistero che non avrei voluto lasciarvi ma i caratteri sono tiranni. Tuttavia devo dire che questa seconda stesura, al netto di un pezzo che ho dovuto affrettare (lo sbatacchiamento del pinco e l’arrivo dell’Enclave era leggermente più lungo), mi è venuto fuori meglio di quanto mi aspettassi.
    Ora, dopo aver parlato come Titania, vi lascio scegliere chi seguire… vi anticipo solo che rivedremo il “volpino” (in che ruolo dipenderà da quale opzione vince).

    Ciao 🙂

    • Abbiamo un pareggio: la zia fa parte dell’Enclave senza farne parte. Dovrò inventarmi qualcosa ^_^

      Chi avrà parlato lo scopriremo nel prossimo capitolo, ma chi sia probabilmente cambierà. Ora devo pensare a chi potrebbe essere, visto che non mi aspettavo il pareggio 😛

      Ciao 🙂

  • Ciao, quanto mi è piaciuta la scenetta della sottomissione del troglodita, magari a volte potessi farlo anch’io!!! Comunque hai ragione, il mio primo pensiero è stato “chi ha parlato?”!!! leggi forse nel pensiero?
    Ho votato per tanto, vorrei saperne di più sull’Enclave!!! Alla prossima.

  • Tanto: fa parte dell’Enclave…
    Ciao! Insomma questi uomini che hanno sempre bisogno della serva! Stavolta l’amico, però, ha sbagliato indirizzo. Meglio così. Già la storia dei trenta a uno era e resta pesante, meglio riconsiderare l’equilibrio delle forze in campo.
    Capitolo, liscio liscio, ottima lettura.
    Ciao, Red, alla prossima!
    🙋‍♂️

  • Ciao!
    Visto che il prossimo capito sarà quello di mezzo, voto affinché il problema venga causato dagli uomini dell’Enclave.
    Ho trovato un po’ difficolto star dietro il dialogo di Titania, ma ho letto che il tuo obiettivo fosse proprio questo ed è stato proprio raggiunto.
    Continuo a rimanere dell’opinione che Titania nasconda qualcosa di importante, ma dalle parole di Laura credo che, in realtà, ognuno di loro tenga segreto qualcosa.
    Ti saluto!
    A presto!
    -Ross-

  • Ciao, ho la sensazione che tutta questa spiegazione sia solo la quiete prima della tempesta!!! Ho come l’impressione che manchi qualche pezzo fondamentale, ma sono sicura che scopriremo tutto proseguendo!!!
    Ho votato per il rompiscatole, fa sempre simpatia ai lettori!!! Alla prossima.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi