Progetto Garden

Dove eravamo rimasti?

Cosa incontreranno per primo al di là del Varco? Un Supermutante! Potete specificare se un mostro, qualcosa di meno o qualcosa di più! (80%)

Al di là del Varco

Jen ed i Giovani Draghi raggiungono Lea nei pressi del Muro. Come detto, si è aperto un varco: sembra proprio una porta solo che non si può richiudere.

«Novità?» chiede Jen.

«Nessuna – risponde Lea – dentro non si muove una mosca. Nessuno che cerca di avvicinarsi al Varco, nessuno che si affaccia. Forse ne hanno paura o c’è altro che non sappiamo. Ho fatto una prima analisi: all’interno c’è più ossigeno che all’esterno ma l’aria è comunque perfettamente respirabile. Ci sono moltissime piante e c’è una strada che collega il Varco a chissà dove. La temperatura è calda ma non insopportabile. Comunque le nostre tute sono termoisolanti»

«Sperando non si rompano come l’ultima volta» commenta una dei Giovani Draghi.

«Faremo buon viso a cattivo gioco» risponde Lea.

«Pensa sempre che tutti abbiano la pelliccia» sorride un’altra Giovane Drago parlando a bassa voce.

Lea ha sentito ma fa finta di niente.

«Coraggio, Giovani Draghi – esorta Jen – esploriamo questo posto: attivate tutti i sensori delle moto ed addentriamoci!»

Pochi secondi dopo, le moto varcano il passaggio e si ritrovano su una strada circondata da immensi alberi. Procedono a bassa velocità, analizzando il luogo, l’aria ed ogni cosa che vedono. I sensori catturano diverse informazioni ma a parte la maggior presenza d’ossigeno, non c’è molto da segnalare. Gli alberi sono di una specie sconosciuta: assomigliano molto agli alberi che hanno sempre visto ma sono immensi; i dati di analisi danno un incrocio tra quercie, conifere e platani! Nessuna di loro si stupirebbe di trovare altri incroci impossibili.

Si sente il cinguettio di uccelli ed il ronzio di insetti ma non si vede assolutamente nulla.

«Sembra che tutti si tengano lontani da questa strada» commenta Laura.

E proprio in quel momento un volpino fa la sua comparsa, saltando fuori dalla boscaglia. Le TecnoRaider inchiodano le moto.

«Un cagnolino!» esclamano le ragazze.

«Fate attenzione – avverte Jen – I sensori danno una massa molto superiore a quella che vediamo; dovrebbe essere dieci se non cento volte più grande»

Il volpino scodinzola e si aggira tra di loro, annusando.

«Vuole farci capire che non è pericoloso o vuole attirarci in trappola?» chiede Laura.

Il cagnolino inizia a saltellare da tutte le parti: sembra estremamente felice di averli incontrati. Laura parcheggia la moto e cerca di avvicinarlo. Jen la ferma mettendole una mano sulla spalla.

«Sto attenta» risponde lei e Jen la lascia.

Il cagnolino annusa la mano di Laura ma poi si ritrae, sorride.

«Sì! È tecnologia esterna!» esclama.

Le ragazze fanno un salto.

CRACKLE!

Un lampo accecante ed al posto del cagnolino c’è una creatura che sovrasta persino Lea! Una montagna di muscoli mostruosa, con due mani umane e la testa assomigliante a quella del volpino, ma ovviamente rapportata alle dimensioni adeguate e con due occhi rossi come braci. Il sorriso mostra zanne accuminate.

«Vendetemi una delle vostre moto – la sua voce è potente ma Jen capisce che sta sussurrando – vi offro una delle nostre tecnologie…»

«Spiancente ma non…» prova a dire Laura.

«Ho capito: volete tirare sul prezzo. Mi offro anche come guida ed inoltre…»

«Se tu che non hai capito – interrompe seria Jen – le moto non sono in vendita»

Il sorriso del mostro si allarga ancora di più, divenendo grottesco. Si alza di statura, divenendo ancora più grande.

«Mo Bien, non voglio insistere. Tornerò con un’offerta che non potrete rifiutare. Mi raccomando, fate attenzione all’Enclave. Loro si prenderebbero le moto senza niente in cambio»

CRACKLE!

Nuovo lampo e c’è di nuovo il cagnolino. Scodinzolando si inoltra nella boscaglia. Le TecnoRaider sono rimaste senza parole.

«Che tipo» rompe il silenzio Laura.

«Credo fosse un Supermutante – commenta Lea – Fate attenzione: sono interessati alla nostra tecnologia e non credo che tutti vogliano scambiarla»

«Che dati hanno raccolto le vostre TecnoRaid?» chiede Jen.

«Poco e niente: una struttura in continuo mutamento. Mai visto niente di simile» dicono i Giovani Draghi.

«Proseguiamo – dice Jen – occhi aperti, sensori al massimo»

Le moto riprendono il cammino lungo la strada. Le TecnoRaider non si fidano a lasciarla: se qualcosa va storto qui possono dare gas e correre. Non appena scoperto dove porta, decideranno se inoltrarsi nella boscaglia o cosa fare.

Passa quasi mezz’ora senza che incontrino anima viva, poi vedono arrivare loro incontro un uomo; è a bordo di un monoruota, indossa una divisa irriconoscibile ed un cappello con un triangolo con iscritto un occhio! Quando vede le TecnoRaider sorride loro ed estrae un’arma da dietro la schiena! La vedono letteralmente formarsi divenendo quello che sembra un mitra alla prima occhiata.

«In nome dell’Enclave, vi ordino di fermarvi» dice con voce metallica.

In quel momento il volpino esce fuori e gli mozzica un piede!

L’uomo fa per colpirlo ma lui lo solleva come fosse un fuscello e lo scaraventa via! Si infrange contro un albero!

«Robot da ricognizione – dice il cagnolino – siete stati avvistati: state attenti» e torna nella boscaglia!

Nel prossimo capitolo...

  • L'offerta che dovrebbero non poter rifiutare (si accettano suggerimenti) (0%)
    0
  • C'è un primo scontro con l'Enclave (25%)
    25
  • Incontrano Titania (75%)
    75
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

59 Commenti

  • Ciao Red, mi scuso per il mio ritardo che ormai è diventato praticamente cronico.
    Nonostante l’inaspettato pareggio delle due precedenti opzioni, questo capitolo ti è uscito proprio bene, ci sono solo dei piccolissimi refusi nella parte iniziale che saranno sicuramente frutto della distrazione ma, come hai detto tu, nessun capitolo ne sarà mai veramente privo.
    Il caratterino di Titania era già stato anticipato nei capitoli precedenti, ma credo che qui si venuto realmente fuori (e, d’altronde, chi potrebbe poi darle torto?).
    Per quanto riguarda l’ultima parte l’ho trovata un po’ troppo affrettata, probabilmente sarebbe venuta molto meglio se ti fossero rimasti più caratteri da utilizzare, ma comunque ciò non toglie nulla al capitolo.
    Ho votato per un confronto tra Laura e la zia, è dal primo capitolo che aspetto di capire qualcosa in più su loro e sul loro rapporto 😅.
    A presto!
    -Ross-

    • Ed io stavo aspettando il momento giusto per farvelo vedere, anche se la zia cercherà di non farsi scoprire… non anticipo altro 🙂

      Le parti finali dei capitoli mi risultano sempre affrettate perché, spesse volte, mi accorgo troppo tardi che sto finendo i caratteri. Tuttavia cerco sempre di migliorarmi (a volte ci riesco, a volte no).

      Vediamo quale voto vince 🙂

      Ciao 🙂

  • Capitolo 6)

    Ciao Red!

    Come dici anche nell’ultimo messaggio, questo capitolo è davvero ben riuscito. Complimenti.
    Nel file privato, nel caso, puoi lavorare all’utilizzo di termini che possano dare “più azione” soprattutto durante le sparatorie, ma direi che anche così funziona alla grande! 😉
    Sempre nel file privato, non avendo il lettore – per questa storia – della dimensione delle armature, chiarire anche solo con un dialogo che sarebbe per loro impossibile attraversare quello spazio anche avendole indosso. 😉
    Alla prossima!

  • Ciao, per fortuna erano guerrieri di vetro, altrimenti le nostre eroine se la sarebbero vista davvero brutta!!! Però non so davvero cosa aspettarmi, credo che il progetto Garden debba svelare ancora molti segreti!!!
    Ah, solo per farci quattro risate, ti segalo un refuso nella prima frase: “far riconsocere”, centrano per caso le suocere?
    Ho votato per Laura e la zia, sono curiosa di saperne di più Alla prossima.

    • È spuntato il commento, non so se leggerai la mia risposta, ma rispondo uguale 🙂

      Sì, attualmente i Guerrieri di Vetro sono facili da sconfiggere; il problema nascerà adesso che capiscono che con le TecnoRaider non bastano… ma noi vedremo Laura e la zia, quindi per ora lo lasciamo in sospeso 🙂

      Ciao 🙂

  • Eccovi il nuovo capitolo: la parità mi ha costretto ad inserire di fatto un mistero che non avrei voluto lasciarvi ma i caratteri sono tiranni. Tuttavia devo dire che questa seconda stesura, al netto di un pezzo che ho dovuto affrettare (lo sbatacchiamento del pinco e l’arrivo dell’Enclave era leggermente più lungo), mi è venuto fuori meglio di quanto mi aspettassi.
    Ora, dopo aver parlato come Titania, vi lascio scegliere chi seguire… vi anticipo solo che rivedremo il “volpino” (in che ruolo dipenderà da quale opzione vince).

    Ciao 🙂

    • Abbiamo un pareggio: la zia fa parte dell’Enclave senza farne parte. Dovrò inventarmi qualcosa ^_^

      Chi avrà parlato lo scopriremo nel prossimo capitolo, ma chi sia probabilmente cambierà. Ora devo pensare a chi potrebbe essere, visto che non mi aspettavo il pareggio 😛

      Ciao 🙂

  • Ciao, quanto mi è piaciuta la scenetta della sottomissione del troglodita, magari a volte potessi farlo anch’io!!! Comunque hai ragione, il mio primo pensiero è stato “chi ha parlato?”!!! leggi forse nel pensiero?
    Ho votato per tanto, vorrei saperne di più sull’Enclave!!! Alla prossima.

  • Tanto: fa parte dell’Enclave…
    Ciao! Insomma questi uomini che hanno sempre bisogno della serva! Stavolta l’amico, però, ha sbagliato indirizzo. Meglio così. Già la storia dei trenta a uno era e resta pesante, meglio riconsiderare l’equilibrio delle forze in campo.
    Capitolo, liscio liscio, ottima lettura.
    Ciao, Red, alla prossima!
    🙋‍♂️

  • Ciao!
    Visto che il prossimo capito sarà quello di mezzo, voto affinché il problema venga causato dagli uomini dell’Enclave.
    Ho trovato un po’ difficolto star dietro il dialogo di Titania, ma ho letto che il tuo obiettivo fosse proprio questo ed è stato proprio raggiunto.
    Continuo a rimanere dell’opinione che Titania nasconda qualcosa di importante, ma dalle parole di Laura credo che, in realtà, ognuno di loro tenga segreto qualcosa.
    Ti saluto!
    A presto!
    -Ross-

  • Ciao, ho la sensazione che tutta questa spiegazione sia solo la quiete prima della tempesta!!! Ho come l’impressione che manchi qualche pezzo fondamentale, ma sono sicura che scopriremo tutto proseguendo!!!
    Ho votato per il rompiscatole, fa sempre simpatia ai lettori!!! Alla prossima.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi