Progetto Garden

Dove eravamo rimasti?

La domanda che vi aspettate sarebbe "chi ha parlato" ma io vi chiedo: La zia di Laura quanto è invischiata? Medio: fa parte del progetto (50%)

L’arrivo dell’Enclave

Un uomo è giunto sulla scena. Indossa una tuta nera integrale ed un casco ne copre i lineamenti, la voce è alterata elettronicamente per non far riconsocere se maschio o femmina.

«Stai sempre ad abbracciare tutti – dice rivolto a Titania – E la pantera. E quelli nella Zona Invernale. E il “volpino”. Adesso pure Lea. Basta» allarga le braccia.

«Ma tu chi sei?» fanno tutti.

«Non è per le smancerie che abbiamo creato il Progetto Garden – ignora la domanda – e speravo che almeno in questo Rifugio qualcosa funzionasse. Invece mi ritrovo che dei trenta uomini, solo due, dico due, sembrano avere un po’ di sale in zucca, la pantera è diventata un gatto e tu, la donna perfetta, sei diventata una specie di bambola abbracciante»

Titania lascia andare Lea e si avvicina alla figura appena giunta. Sorride.

«L’odore è cambiato» sussurra Lea.

«Quindi devo ringraziare te, per tutto quello che mi è capitato da un anno a questa parte – lo afferra per la collottola – Figlio di puttana: tu non hai idea di cosa significhi essere sola con trenta uomini pronti a saltarti addosso giorno e notte! Che cavolo volevi fare di me? La tua puttana ideale?» lo scuote.

L’uomo gli afferra i polsi nel tentativo di liberarsi.

«Lasciami! Non ti dovresti comportare così!»

«No? Non mi devo arrabbiare? Non hai risposto alla mia domanda!»

Un ruggito proviene da fuori. Titania sbianca in volto e lascia andare l’uomo.

«Odore di paura – dice Lea – Cosa sta succedendo lì fuori?»

«È l’Enclave – dice Titania – Finora non si era mai spinto in forze, fin qui»

«Accidenti a te – si lamenta l’uomo cercando di darsi un contegno – Non hai mai alzato un dito contro nessuno ed ora te ne esci in questo modo»

«Cosa sta succedendo? Cosa vuoi fare? Ma soprattutto chi sei?» Jen è in allerta.

«A te non devo spiegazioni – dice lui sicuro – l’Enclave non deve spiegazioni a nessuno. Da questo momento prendiamo possesso del Rifugio! Apertura Completa!»

Le pareti iniziano a rientrare, il soffitto si apre, dall’esterno decine e decine di uomini in tuta integrale inizia a penetrare.

«Change!» ordina Jen.

Le moto si trasformano e si innestano su tutte le TencoRaider divenendo le loro armature cibernetiche! Qualcuno spara! Colpisce l’uomo che sta parlando che, tuttavia, fa solo un passo indietro.

«Ogni resistenza è inutile!» dice.

Jen si scaglia contro l’uomo, l’afferra saldamente e la porta in mezzo agli altri.

«Questo è tutto da vedere – gli dice mentre lo immobilizza con un cavo di acciaio – Giovani Draghi, formazione di difesa. Lea…»

«Apriamo un varco» ordina lei.

Le armature estraggono dagli avambracci quelli che sembrano veri e propri mitra. Alcuni uomini dell’Enclave si danno alla fuga. Quando Jen e Lea sparano, quelli rimasti vengono fatti a pezzi!

«Robot in vetro – dice Jen – Qui ci pensiamo noi – ordina ai Giovani Draghi – Portate via Titania e trovate un luogo sicuro!»

«Devo prendere Nerina!» ribatte lei.

«Ci pensiamo noi – l’afferra Laura – Andiamo!»

Innestano anche loro armi e sparano mentre cercano la fuga.

Trovano Nerina avvolta in una rete, circondata da altri dell’Enclave. Si scagliano su di loro. Essendo robot di vetro, vengono velocemente distrutti. Liberano Nerina e quella si appende ad una delle armature come fosse un gatto.

«Come fa a sapere che noi siamo “i buoni”?» dice Laura.

«Vi avrà visto con me» ipotizza Titania.

Si allontanano.

Quando sembra che nessuno li insegua, trasformano di nuovo le loro armature in moto.

«La tuta ha resistito – commenta Laura – Tutti a bordo: dobbiamo allontanarci!»

Le moto rombano mentre si allontanano.

«Dove possiamo dirigerci?» chiede Laura appena giungono sulla strada.

«Perché non uscite?» chiede Titania.

«Jen non ha detto di scappare – ribatte Laura – e poi dobbiamo capire come aiutare gli uomini che sono ancora lì asserragliati: non avrebbero sparato a quel tipo, se fossero dalla loro parte»

«Al Centro di Controllo, allora – propone Titania – Forse lì troveremo un modo per riorganizzarci»

Le moto rombano in direzione del Centro di Controllo.

«Non entrate dentro: l’Enclave se lo aspetterebbe sicuramente – è Titiana ad aver preso il controllo della situazione – Entreremo da un piccolo passaggio: forse riusciamo a fregarli»

«Le moto non passerranno mai di qui: non possiamo lasciarle fuori» ribatte Laura.

«Non credo che abbiamo molta scelta» dice Titania.

«Ci beccheranno subito, se le vedono» ribatte Laura.

«Hai ragione: cerchiamo di mimetizzarle»

***

Dentro il Centro di Controllo. Sala segreta.

La zia di Laura fuoriesce da una cabina mormorando qualcosa di non intellegibile.

«Devo migliorare il trasferimento. Titania mi ha sbatacchiato… oh, c…»

La zia di Laura fa un salto quando riconosce sua nipote.

«No, lei non mi deve scoprire. Cosa faccio? Ci sono!» preme alcuni pulsanti sulla console.

Osserva nel monitor i dispositivi emettitori di gas soporifero uscire dal terreno ed inondare l’area.

«Alle unità di difesa, intrusi nel settore 4. Prendeteli vivi – comunica con voce ferma per poi iniziare a cercare – Mi serve una maschera, un travestimento, un…» sembra nel panico.

Chi volete seguire?

  • Ma Nerina? Io mica ho capito che ruolo avrebbe né che dimensioni abbia! (0%)
    0
  • Confronto tra Laura e la zia mascherata: scopriamo qualcosa di più su quanto sta accadendo (75%)
    75
  • Jen e Lea: cerchiamo di scoprire cosa accade al Rifugio (25%)
    25
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

59 Commenti

  • Ciao Red, mi scuso per il mio ritardo che ormai è diventato praticamente cronico.
    Nonostante l’inaspettato pareggio delle due precedenti opzioni, questo capitolo ti è uscito proprio bene, ci sono solo dei piccolissimi refusi nella parte iniziale che saranno sicuramente frutto della distrazione ma, come hai detto tu, nessun capitolo ne sarà mai veramente privo.
    Il caratterino di Titania era già stato anticipato nei capitoli precedenti, ma credo che qui si venuto realmente fuori (e, d’altronde, chi potrebbe poi darle torto?).
    Per quanto riguarda l’ultima parte l’ho trovata un po’ troppo affrettata, probabilmente sarebbe venuta molto meglio se ti fossero rimasti più caratteri da utilizzare, ma comunque ciò non toglie nulla al capitolo.
    Ho votato per un confronto tra Laura e la zia, è dal primo capitolo che aspetto di capire qualcosa in più su loro e sul loro rapporto 😅.
    A presto!
    -Ross-

    • Ed io stavo aspettando il momento giusto per farvelo vedere, anche se la zia cercherà di non farsi scoprire… non anticipo altro 🙂

      Le parti finali dei capitoli mi risultano sempre affrettate perché, spesse volte, mi accorgo troppo tardi che sto finendo i caratteri. Tuttavia cerco sempre di migliorarmi (a volte ci riesco, a volte no).

      Vediamo quale voto vince 🙂

      Ciao 🙂

  • Capitolo 6)

    Ciao Red!

    Come dici anche nell’ultimo messaggio, questo capitolo è davvero ben riuscito. Complimenti.
    Nel file privato, nel caso, puoi lavorare all’utilizzo di termini che possano dare “più azione” soprattutto durante le sparatorie, ma direi che anche così funziona alla grande! 😉
    Sempre nel file privato, non avendo il lettore – per questa storia – della dimensione delle armature, chiarire anche solo con un dialogo che sarebbe per loro impossibile attraversare quello spazio anche avendole indosso. 😉
    Alla prossima!

  • Ciao, per fortuna erano guerrieri di vetro, altrimenti le nostre eroine se la sarebbero vista davvero brutta!!! Però non so davvero cosa aspettarmi, credo che il progetto Garden debba svelare ancora molti segreti!!!
    Ah, solo per farci quattro risate, ti segalo un refuso nella prima frase: “far riconsocere”, centrano per caso le suocere?
    Ho votato per Laura e la zia, sono curiosa di saperne di più Alla prossima.

    • È spuntato il commento, non so se leggerai la mia risposta, ma rispondo uguale 🙂

      Sì, attualmente i Guerrieri di Vetro sono facili da sconfiggere; il problema nascerà adesso che capiscono che con le TecnoRaider non bastano… ma noi vedremo Laura e la zia, quindi per ora lo lasciamo in sospeso 🙂

      Ciao 🙂

  • Eccovi il nuovo capitolo: la parità mi ha costretto ad inserire di fatto un mistero che non avrei voluto lasciarvi ma i caratteri sono tiranni. Tuttavia devo dire che questa seconda stesura, al netto di un pezzo che ho dovuto affrettare (lo sbatacchiamento del pinco e l’arrivo dell’Enclave era leggermente più lungo), mi è venuto fuori meglio di quanto mi aspettassi.
    Ora, dopo aver parlato come Titania, vi lascio scegliere chi seguire… vi anticipo solo che rivedremo il “volpino” (in che ruolo dipenderà da quale opzione vince).

    Ciao 🙂

    • Abbiamo un pareggio: la zia fa parte dell’Enclave senza farne parte. Dovrò inventarmi qualcosa ^_^

      Chi avrà parlato lo scopriremo nel prossimo capitolo, ma chi sia probabilmente cambierà. Ora devo pensare a chi potrebbe essere, visto che non mi aspettavo il pareggio 😛

      Ciao 🙂

  • Ciao, quanto mi è piaciuta la scenetta della sottomissione del troglodita, magari a volte potessi farlo anch’io!!! Comunque hai ragione, il mio primo pensiero è stato “chi ha parlato?”!!! leggi forse nel pensiero?
    Ho votato per tanto, vorrei saperne di più sull’Enclave!!! Alla prossima.

  • Tanto: fa parte dell’Enclave…
    Ciao! Insomma questi uomini che hanno sempre bisogno della serva! Stavolta l’amico, però, ha sbagliato indirizzo. Meglio così. Già la storia dei trenta a uno era e resta pesante, meglio riconsiderare l’equilibrio delle forze in campo.
    Capitolo, liscio liscio, ottima lettura.
    Ciao, Red, alla prossima!
    🙋‍♂️

  • Ciao!
    Visto che il prossimo capito sarà quello di mezzo, voto affinché il problema venga causato dagli uomini dell’Enclave.
    Ho trovato un po’ difficolto star dietro il dialogo di Titania, ma ho letto che il tuo obiettivo fosse proprio questo ed è stato proprio raggiunto.
    Continuo a rimanere dell’opinione che Titania nasconda qualcosa di importante, ma dalle parole di Laura credo che, in realtà, ognuno di loro tenga segreto qualcosa.
    Ti saluto!
    A presto!
    -Ross-

  • Ciao, ho la sensazione che tutta questa spiegazione sia solo la quiete prima della tempesta!!! Ho come l’impressione che manchi qualche pezzo fondamentale, ma sono sicura che scopriremo tutto proseguendo!!!
    Ho votato per il rompiscatole, fa sempre simpatia ai lettori!!! Alla prossima.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi