Tarot Quest

Dove eravamo rimasti?

Quale sarà la terza carta ad essere pescata? (A pescare sarà Luke) La Luna (100%)

La Luna

Dopo l’avventura nella Torre, i quattro decisero di prendersi alcune ore di riposo prima di continuare la missione.
Poco prima del crepuscolo, si riunirono attorno al tronco di un albero tagliato. William vi poggiò sopra le restanti sei carte dei tarocchi non ancora pescate.
«Io e Aurelius abbiamo già pescato una volta. Ora tocca a voi due.» disse il cavaliere, rivolto a Renold e Luke.
«Vorrei pescare io, se per te va bene.» disse Luke, guardando il nano. Questi annuì.
Luke allungò una mano verso il mazzo ed estrasse la carta in cima.
«La Luna.» lesse per poi mostrarla agli altri tre. Dopodiché, si guardò in torno guardingo.
«Cos’è quello sguardo vigile?» gli domandò Renold.
«Beh, dopo l’ultima volta mi aspettavo che succedesse qualc-» cominciò a dire Luke, per poi bloccarsi e cominciare a barcollare.
«Luke?» chiamò William, ma l’altro non diede cenno di averlo sentito. Dopodiché, Luke si accasciò al suolo.
«Che gli succede?!» esclamò Aurelius. Ma proprio in quel momento, anche il mago cominciò a barcollare, le gambe molli e deboli. Dopo alcuni secondi, anch’egli si accasciò a terra.
«Aurelius!» disse la voce di Renold, l’ultima cosa che il vecchio udì prima di perdere i sensi.

Non capì come ci fu arrivato, ma si ritrovò su di un piedistallo in pietra, molto alto e particolarmente stretto. Se avesse provato a fare un passo, probabilmente avrebbe perso l’equilibrio per poi cadere giù, in una nube nera come la pece dalla quale il piedistallo emergeva.
«Vecchio!» si sentì chiamare. Si voltò e vide Luke, anch’egli su un piedistallo uguale al suo.
«Dove siamo?» domandò al ragazzo.
«Non ne ho idea. Mi ricordo di aver estratto la carta della Luna e poi… eccomi qui.» rispose l’altro, per poi aggiungere: «Tu sei apparso poco dopo di me.»
«Siete nel mio personalissimo regno, miei cari.» disse una voce. Alzarono lo sguardo verso l’alto ed intravidero una bella donna dalla pelle bianca e dai lunghi capelli blu notte seduta su un trono di pietra che li fissava.
«Scommetto che tu sei la Luna. E scommetto che ci hai portati tu qui.» disse Luke e la donna annuì.
«Bene, preparati a morire, bellezza.» disse Aurelius, preparandosi a lanciare un incantesimo.
«Non combatterò con voi.» ribatté la donna.
«Ah, come il Bagatto.» disse il mago «Vuoi sfidarci a un gioco?»
«Esattamente.» rispose la donna. Dopodiché, tre carte si materializzarono davanti a Luke.
«Tre carte. Due con un cane bianco, una con un gambero blu. Se scegliete entrambi le carte con il cane, vi risveglierete sani e salvi, ma se vi capita il gambero, rimarrete in coma per sempre.» spiegò la donna.
I due annuirono, dopodiché Luke pescò una delle tre carte e le altre due si materializzarono davanti Aurelius che ne prese una.
«Ma aspetta, se uno di noi pesca il gambero, che succede?» domandò Luke.
«Vincerete, ma uno di voi rimarrà in coma per sempre.» rispose la Luna.
«Ma tu perderai in ogni caso.» fece notare il giovane e la donna si limitò a sorridere ed annuire.
I due girarono le loro carte. Aurelius aveva pescato un cane bianco, ma Luke aveva pescato il gambero blu.
«Hai perso.» disse la Luna a Luke ed il pilastro sotto il ragazzo cominciò a sgretolarsi. Luke si voltò verso Aurelius e parlò.
«Hei, Mago! Prima di morire, ti devo chiedere un favore! Quelli che sono apparsi nella Torre erano i miei fratelli minori! Per favore, tu e gli altri… prendetevi cura di loro.» disse il ragazzo, mentre il pilastro cadeva a pezzi. Il mago lo fissò per alcuni secondi sconcertato, poi si voltò verso la Luna e disse deciso: «Mi offro volontario! Prendi la mia vita e libera il ragazzo!»
In quel momento il pilastro di Luke smise di sgretolarsi.
«Una valida offerta. E siccome lo trovo un gesto molto nobile, ti darò una possibilità di scamparla. Raccontami una storia, di quelle che riempiono il cuore. Se mi piacerà, sarete entrambi salvi.» disse la Luna.
Il mago ci pensò per un po’, poi sospirò e cominciò il suo racconto.
«C’era una volta un giovane mago. Era molto abile con la magia, ma molto stupido. Un giorno egli entrò in una grande gilda di avventurieri e qui incontrò una bellissima elfa. I due si innamorarono, addirittura si sposarono, ma un giorno la loro felicità venne distrutta. La gilda entrò in guerra con un pericoloso Lich e… questi si impadronì con la sua viscida magia dell’anima dell’elfa e, alla fine, per salvare il resto della gilda il mago fu costretto a sacrificare la sua amata.» disse Aurelius, con voce tremante sul finale.
La Luna lo fissò in silenzio e poi parlò.
«Anch’io facevo parte di una gilda, sai? Tra i miei compagni c’era una maga molto brava a giocare a scacchi, mi batteva sempre.» disse. «Mi è piaciuta la tua storia, avete vinto la sfida.»
«Davvero?» domandò Luke, sbalordito.
«Sì, davvero.» rispose la donna, affabile. «Addio.»
La Luna schioccò le dita e Aurelius e Luke si risvegliarono.
«Siete vivi!» esclamò William, vedendoli alzarsi.
«Cosa vi è successo?» domandò Renold.
«Abbiamo affrontato la Luna.» rispose Luke. «E abbiamo vinto noi.»

Quale sarà il prossimo Arcano che i protagonisti dovranno affrontare? (A pescare sarà Renold)

  • La Forza (50%)
    50
  • L'Imperatore (0%)
    0
  • L’Imperatrice (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

57 Commenti

  • Ciao Marius,
    ottimo finale, decisamente inaspettato!
    Se William non avesse interrotto la lotta tra Selenis e Adonius, forse il suo sacrificio non sarebbe stato necessario: secondo me avrebbero potuto assistere e lasciare che uno dei due uccidesse l’altro e poi, tutti e quattro, avrebbero potuto unire le forze per lottare contro il (o la) “superstite” dello scontro.
    Sei stato molto bravo, spero di rileggerti presto qui con una nuova storia!
    Ciao!

    • Ciao, grazie per la recensione!
      Mi fa piacere che il capitolo finale ti sia piaciuto e ti ringrazio per i complimenti!
      Magari in un universo parallelo, William e i suoi amici hanno trovato un metodo alternativo per uscire sani e salvi da questa situazione, ma qui, purtroppo, si è reso necessario il sacrificio del cavaliere.
      Ti dico inoltre che, per come me li sono immaginati io, Adonius non aveva molte speranze di sopravvivere contro Selenis. Alla fine, se non fossero intervenuti i quattro avventurieri, avrebbe prevalso lei.

      Spero anch’io di tornare a scrivere presto una nuova storia e ti ringrazio ancora per tutte le tue recensioni e votazioni!
      Alla prossima!
      Mariusgon

  • Urca! Il Guardiano non me l’aspettavo!

    Secondo me avrebbe giovato un capitolo in più a questo racconto perché sono rimaste alcune questioni in sospeso; nulla di eclatante ma a me piace quando tutto si chiude (a meno che non siano previsti seguiti) 🙂

    Devo dire che ti sei ben destreggiato tra le varie opzioni e sei rimasto piacevolmente stupito dalle nostre opzioni e commenti che hanno influenzato il corso della storia.

    Che altro dire? Che ti aspetto per la prossima storia ^_^

    Ciao 🙂

    • Ciao, grazie per la recensione!
      Sì, credo anch’io che mi sarebbero tornati utili alcuni capitoli in più, specialmente riguardo Luke e Renold. Volevo approfondire questi personaggi entrambi, ma alla fine ho dovuto sacrificare alcune idee.
      Ti dirò inoltre una cosa: se si fosse avverata un’altra delle possibili scelte finali, avremmo avuto un Bad Ending che avrebbe potuto portare a sua volta a un sequel. Ma con il finale effettivo che ho scelto di scrivere, non credo ci sarà mai un continuo.
      Ti ringrazio ancora per le tue recensioni, sono state tutte molto gradite.
      Alla prossima!
      Mariusgon

  • Angolo Autore Capitolo 10.
    Non ho molto da dire sul Capitolo, in realtà. Forse l’unica cosa che vi devo dire è perché ho concluso la storia in questo modo.
    Come potrete notare ha vinto la scelta del “Cavaliere di Bastoni” con il mio voto. Ho votato così perché era il finale che mi convinceva di più. Gli altri due, in uno non avremmo rivisto Goris/Adonius e l’altro era praticamente un Bad Ending.
    Per il resto, lascio eventuali commenti e domande a voi.

    Passando oltre, la cosa importante che volevo veramente fare in questo angolo autore è ringraziare tutti coloro che hanno seguito la storia fin qui.
    Ringrazio tutti quelli che hanno votato e lasciato un commento o una recensione e, nello specifico, ringrazio specialmente Flavia P. e Red Dragon per aver recensito praticamente ogni capitolo e per aver votato a ogni votazione.
    Sinceramente, all’inizio mi aspettavo zero recensioni e zero voti per quasi tutti i capitoli, mi fa piacere essermi sbagliato.
    Io non so se tornerò a scrivere qui su The Incipit a breve, al momento non ho idee per nuove storie. Ma vi dico che mi sono divertito motlo a scrivere “Tarot Quest”. È mia intenzione tornare a scrivere su questo sito in futuro.

    Beh, quel che dovevo dirvi ve l’ho detto!
    Com’era quel modo di dire? Stretta è la foglia (o soglia?) larga è la via, dite la vostra che ho detto la mia.
    Hihihihi, mi è ha sempre fatto ridere questo proverbio. 😀
    Un abbraccio a tutti e buona continuazione!
    Alla prossima.
    Mariusgon

  • Questa volta hai colpito nel segno giusto: sono dannatamente indeciso su quale opzione votare… Alla fine ho scelto Bastoni perché mi sembra che qui ognuno si rigiri la frittata come gli pare. Ma continuo a risultare indeciso…

    Per il resto, spero ci sia spazio per Adonis nell’ultimo capitolo perché non sappiamo ancora chi è.

    Alcune domande le ha già fatte Falvia P. Anche se io credo che Selenis, quando diceva che sarebbe tornata nelle carte, significava rimanere intrappolata in esse invece di riuscire ad uscire.

    Commenti finale dopo l’ultimo capitolo 🙂

    Ciao 🙂
    PS: puoi usare il tuo voto per togliere il pareggio, se questo non è possibile 😉

    • Ciao, grazie per la recensione!
      Beh, sì, qua l’unico che sembra non avere le idee chiare sul da farsi è William. Gli altri tre si sono fatti una loro idea ed ora sta al cavaliere scegliere come finirà questa storia.
      Vedremo se Adonius avrà la possibilità di dire la sua in uno dei finali, ma molto dipenderà da quale scelta vincerà.
      Ho risposto a Flavia P. cercando di essere esaustivo, ti invito a leggere quel commento perché ho scritto alcune cose riguardo anche il funzionamento di queste particolari carte dei tarocchi.
      E comunque, sì, hai interpretato bene quello che Selenis stava cercando di dire: uccidere i quattro non le darebbe la libertà che cerca.
      Cercherò di dare precedenza ai vostri voti, ma nel caso di pareggio voterò anch’io. Anche se, sarà difficile scegliere perché le idee che ho avuto per i tre possibili finali mi piacciono abbastanza tutte.
      Alla prossima!
      Mariusgon

  • Ciao Marius,
    scusa ma io continuo a non capire.
    Dunque, Goris è stato rinchiuso nel Matto da Adonis, che poi ne ha assunto le sembianze e ha affidato la missione ai protagonisti. Ma Goris, cioè il Matto, è stato sconfitto dai quattro nell’episodio precedente, infatti si è sgretolato davanti ai loro occhi. Di conseguenza Goris non ci dovrebbe essere più in quanto fatto fuori per sempre.
    Per questo motivo le opzioni del Cavaliere di coppe e di Bastoni non sarebbero praticabili, perché, essendo Goris morto, si tratterebbe di Adonis che lo impersona. Giusto? Allora l’unica opzione per rispondere “correttamente” alla domanda di chiusura sarebbe il Cavaliere di Spade.
    E poi non capisco un’altra cosa: ma perché Selenis dice “Uccidervi mi riporterebbe nelle carte”? In che senso “riporterebbe”? Non si trova ancora lì? Goris l’ha imprigionata e lei è riuscita a liberarsi oppure è ancora rinchiusa? Secondo me dovrebbe essere ancora imprigionata nelle carte, ma forse ho capito male.
    A presto!

    • Ciao, grazie per la recensione!
      Allora, i tuoi dubbi sono derivati da due miei errori. Il primo riguardante questo capitolo e il secondo riguardante tutti i capitoli prima.
      Andiamo con ordine.

      Partiamo dal primo dubbio: se Goris è morto ed il mago che ha affidato la missione ai quattro è Adonis, perché nelle scelte viene citato Goris e non Adonius?
      La risposta è che mi sono espresso male io.
      I quattro, tecnicamente, non hanno prove che quel che Selenis ha raccontato loro sia vero.
      Quindi potrebbe essere che in realtà il mago che li ha mandati in missione sia realmente Goris, ma comunque il dubbio ce l’hanno.
      Quindi, per far capire meglio questa cosa, avrei dovuto scrivere Goris tra virgolette oppure scrivere “Goris/Adonius”.
      In poche parole, per Goris intendevo dire: “Il Mago che ha affidato loro la missione”.

      Ora il secondo dubbio: perché Selenis dice “Uccidervi mi riporterebbe nelle carte”? In che senso riporterebbe”? Non si trova ancora lì?
      Sì, si trova ancora lì. Selenis non è libera, è ancora rinchiusa. E perché allora dice “riporterebbe”? Questo avrei dovuto spiegarlo fin dal secondo capitolo, ma ve lo spiego ora “off-screen.”
      La vera domanda è: come funzionano queste carte dei tarocchi?
      In pratica, una volta che un’entità o persona viene rinchiusa in una o più carte dei tarocchi, essa può essere evocata quando la sua o le sue carte vengono pescate e scoperte, così come successo durante i vari capitoli.
      Ora, una volta evocata l’entità di una carta, e una volta cominciata la sfida, le cose possono andare in due modi: o la sfida viene vita dagli avventurieri (così come successo per i nostri quattro eroi fino a qui) oppure la sfida la vince l’entità.
      Nel primo caso, l’entità associata alla carta (ed anche la carta stessa) svaniscono sbriciolandosi.
      Nel secondo caso, gli avventurieri sconfitti generalmente muoiono, mentre invece l’entità è costretta a ritornare nella sua carta ed aspettare di essere rievocata. E così all’infinito, finché non perde la sfida.
      Perciò Selenis dice “Uccidervi mi riporterebbe nelle carte”, perché sa che uccidere gli avventurieri non la libererà dalla sua prigionia, ma l’alternativa sarebbe morire, cosa che Selenis non vuole.

      Spero sia tutto chiaro ora. E se hai altri dubbi, scrivili pure!
      Alla prossima!
      Mariusgon

  • Angolo Autore per il Capitolo 9.
    Mai mi sarei aspettato di dover far fronte ad un pareggio totale.
    Vi confesso che, all’inizio della storia, avevo immaginato che il nemico finale fosse l’Arcano della Morte, ma col passare del tempo anche il Diavolo ed il Mondo hanno guadagnato punti. Avessi dovuto scegliere io, probabilmente avrei scelto uno tra la Morte ed il Mondo, ma ho voluto comunque rispettare la volontà di tutti i votanti e quindi vada per il pareggio!
    Spero che il “colpo di scena” sia chiaro, in caso contrari scrivetemelo qui nei commenti e cercherò di spiegarvelo meglio. Mi rendo conto che forse possa risultare un po’ intricato.
    Buona lettura e alla prossima!
    Mariusgon

    P.S.
    Per quanto riguarda la votazione finale, stavolta ogni possibile pareggio è abolito. Dovrà uscirne una sola scelta vincitrice. A costo di dover tirare una monetina o un dado a tre facce.

  • Ciao Marius,
    buon capitolo, ma gli indovinelli del Matto erano troppo facili.
    Non ho capito due cose: ma se il Matto era Goris, allora anche la sua anima era imprigionata nei tarocchi? Cioè, i quattro hanno appena sconfitto colui che ha affidato loro la missione?
    Inoltre: se l’entità era già stata sconfitta e rinchiusa nel mazzo di tarocchi da Goris, le varie sfide a cosa sono servite? Mah, ho riletto pure il primo capitolo e la cosa è scritta espressamente anche lì, ma secondo me c’è qualcosa sotto!
    Voto per la Morte perché essa è la fine di tutto, quindi è perfetta per l’ultima sfida. Peccato per gli Arcani che non sono stati scelti!
    A presto!

    • Ciao, grazie per la recensione!
      Concordo sulla critica agli indovinelli e ammetto di non essere bravo affatto a creare enigmi, me ne sono reso conto proprio mentre scrivevo il Capitolo 8! XD
      Quando mi sono reso conto che non ne cavavo un ragno dal buco e che non mi veniva in mente una sfida migliore, mi sono detto: “Vabbé, facciamo degli indovinelli sui tre Arcani rimasti così da fare un po’ di foreshadowing per il Capitolo 9 e via”.

      Per quanto riguarda la domanda sulle sfide: diciamo che gli Arcani avevano sempre avuto la possibilità di scegliere come affrontare gli avventurieri. Potevano farlo con la violenza o con delle sfida a loro scelta, difficili o facili che fossero. Se poi chiedi a me autore che senso avevano le sfide, la risposta sincera è che il loro scopo era principalmente evitare di trasformare ogni capitolo in un combattimento coreografico tra i quattro avventurieri e l’Arcano di turno.

      Per quanto riguarda il dubbio su Goris, ho dato una risposta nel Capitolo 9 a questa domanda. Anzi, ci ho provato. XD
      Spero che ti risulti tutto chiaro, ma nel caso scrivimi pure i tuoi ulteriori dubbi e proverò a chiarirli!
      Alla prossima!
      Mariusgon

  • Ciao Marius,
    sei stato molto bravo nella gestione del pareggio, il capitolo mi è piaciuto molto.
    Hai scritto che non ti convince, ma secondo me è uno dei capitoli migliori! Certo, una versione estesa potrebbe essere sicuramente più completa, ma secondo me va molto bene anche così. Mi è piaciuto il fatto che la situazione sia stata risolta da Luke, che è passato dal ruolo di ostaggio a quello di personaggio che salva sé stesso e gli altri.
    Ma perché dici che gli Arcani sono quasi finiti? Io me ne ricordo altri come ad esempio la Morte e il Diavolo, che non hai inserito tra le opzioni ma che potrebbero essere interessanti.
    Stavolta voto per il Matto. Come ti ho già detto, non so giocare ai Tarocchi, però conosco due regole e una di queste riguarda proprio il Matto: chi gioca questa carta “salta il turno”, diciamo così (e dunque, chi si aggiudica la mano non otterrà i punti di questa carta). Dunque è una specie di “jolly”. E poi il Matto è l’arcano numero 0 e anche questo è interessante.
    A presto!

    • Ciao! Grazie mille per la recensione!
      Mi fa piacere che ti sia piaciuto il capitolo, probabilmente è venuto molto meglio di quanto mi immaginassi e mi fa piacere. Non sei l’unica che ha apprezzato il ruolo di Luke in questo capitolo e anche questo mi fa piacere.
      Per rispondere al quesito sugli Arcani: in realtà Il Diavolo, Il Mondo e La Morte ho voluto tenerli per ultimi fin dal principio!
      Mi sembravano i migliori Arcani, insieme proprio al Matto, come possibili “boss finale” e quindi me li sono tenuti nascosti fino ad ora.
      Immagino che la votazione tra questi tre sarà abbastanza dura, io stesso avevo un favorito ma col passare del tempo ho cambiato idea ed ora sono indeciso. Credo sarò contento qualsiasi Arcano vincerà.
      E diciamo che anche qui il Matto potrebbe avere una funzione di “jolly” per i nostri quattro eroi.
      Alla prossima!
      Mariusgon.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi