Le ombre non parlano

Dove eravamo rimasti?

Bene. Arrivati a questo punto serve una svolta. Cosa succederà nel prossimo capitolo? Arriverà una conoscenza della vittima? (67%)

La mano di scimmia robotica

Yuki stava per andarsene, quando improvvisamente si sentirono dei rumori dall’altra stanza.

“Fermatela!” urlò un poliziotto indicando quella che sembrava una scimmia.

Sembrava perché in realtà era una scimmia robotica. Della serie “Scimm-ia 3.3” modello mini.

L’essere con un potente salto si aggrappò all’immenso lampadario sopra la stanza, lanciando a tutti urli di rabbia.

“Da dov’è saltata fuori!?”.

“L’abbiamo trovata nell’armadio, ispettore” disse un poliziotto “volevamo analizzare la sua memoria, ma appena ci siamo avvicinati ci ha aggredito e poi è scappata”.

Nel mentre parlavano Leverage per sbaglio sfiorò un vaso che quasi cadde a terra, la scimmia vedendolo urlò per poi puntare la sua coda verso l’ispettore e colpirlo con delle palline.

“Ma che diavolo è questa roba!?” chiese dopo averla toccata e provata ad annusare. Non nego che a questo scena quasi mi venne da ridere.

La scimmia poi notò il cadavere del signor Ray, con un balzo scese e avvicinandosi toccò l’uomo varie volte e realizzando che era morto si rannicchiò piangendo.

Poverina. Anche se agli umani non sembra a noi IA dispiace veder morire una persona a noi cara.

Yuki si avvicinò piano e chinandosi toccò la testa della scimmia.

Sulle prime l’animale scattò, ma notando che davanti a lui c’era una ragazzina si calmò.

“Ciao, io sono Yuki, e lei è Ofe-ia” quando venni nominata mostrai un emoticon di saluto animato “Tu hai un nome scimmietta?”.

“Jomo” disse lui rivelando una voce maschile.

“Bene, Jomo, so che sarai sconvolto, ma abbiamo delle domande da farti, ti va di aiutarci?”.

La scimmia ci pensò su, per poi far cenno con la testa di sì.

“Bene, cos’è successo la notte scorsa?”.

“Christopher era tornato a casa, era stanco, ma specialmente arrabbiato. Si è lamentato per ore di tutti, Impiegati, cittadini, governo, ho cercato di tirarlo su facendo dei giochi di prestigiosi, ci sono riuscito a metà. Volevo fare il mio numero migliore ma mi serviva un cappello, nel mentre Chris si stava facendo un drink andai nell’armadio, quando improvvisamente sentii la porta sfondarsi, non feci in tempo a capire che… puff! Mi spensi di colpo! Poi mi sono risvegliato nell’armadio dove rimasi nascosto per paura”.

“Ottimo, niente di utile” disse Leverage. Sia io che Yuki lo guardammo male.

“Dicci Jomo, Chris aveva degli amici?” domandò Yuki.

“Che io sappia no, a parte me detestava tutti. Aveva persino troncato con la sua famiglia”.

“Perciò aveva molti nemici?”.

“Tantissimi, negli ultimi tempi Chris vedeva nemici ovunque. Pensava persino che le mosche nel palazzo erano robot venuti per spiarlo”.

“Come mai così tanta paranoia?”.

“Chris aveva un segreto, ma così segreto che non lo diceva neanche a me, temeva che mi potevano rapire e far del male”.

“Che tenero” dissi. A quelle parole Yuki sospirò con un sorriso.

“Il segreto centrava con i conti bancari che si potevano toccare con la retina dei suoi occhi?”.

“Non credo, Chris non si fidava neanche delle banche, tutti i suoi soldi sono qui” così dicendo Jomo corse verso un frigobar mostrando a tutti che era pieno di router pieni di contanti.

“Se non ha conti bancari, perché l’assassino ha preso il suo occhio?”.

Bella domanda Leverage, almeno per una volta.

Alla fine arrivarono gli infermieri che caricarono il corpo del Signor Ray su una barella, appeso sopra alla sua pancia si stabilì Jomo tutto sconsolato.

“Cosa succederà a Jomo?” chiese Yuki.

“Dopo che la Poliz-ia si sarà accertata della sua versione dei fatti, prima chiederanno ai parenti della vittima se lo vorranno, in caso contrario finirà in un centro per adozioni IA”.

Già, lo stesso centro dove io e Yuki ci siamo conosciute. Sia io che lei in quel momento eravamo sole al mondo.

“Spero troverai dei bravi umani” disse Yuki accarezzandomi. Anche se non sento la sua carezza gradii molto la cosa.

“Ora però abbiamo un grosso problema, se non erano i soldi l’obiettivo, cosa diavolo vorrà il colpevole!?”.

Improvvisamente arrivò un messaggio nel suo cellulare, segno che un’altra vittima era stata trovata morta.

Per la prossima indagine quale sarà lo scenario?

  • Una baita innevata? (0%)
    0
  • Una casa sul mare? (0%)
    0
  • Un parco dei divertimenti? (100%)
    100
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

10 Commenti

  • Voto un parco divertimenti, anche se visto il caldo, la baia innevata mi aveva attirato 😀

    Ciao! Non mi era arrivata la notifica della tua nuova storia! L’ho beccata per caso e per fortuna sono qui. Questa volta ti cimenti con un Giallo; la parte più difficile sarà far sì che tutti gli indizi disseminati alla fine combacino nel finale. Vediamo come te la cavi.

    Per quanto riguarda la storia in sé, trovo molto affascinante come stai dipingendo Quaza e come funzionano le IA nel tuo mondo. Yuki mi ha stupito per il suo modo di fare ed è ben dipinta. Anche se ora ho la curiosità di chi sia questo “lui”, seguiamo l’indagine della ragazzina e la sua IA e vediamo cos’sltro aspettarci. Ofe-IA è fantastica 😀

    Ovviamente ti seguo 🙂

    Ciao 🙂

  • Ciao Dimensione Nuova,
    se l’occhio asportato non serviva per accedere alla banca, il suo furto diventa ancora più inquietante, probabilmente si tratta di una cosa legata al segreto che Christopher non ha voluto rivelare a nessuno.
    Mi è piaciuto il personaggio di Jomo, spero che possa essere presente anche nei capitoli successivi. Il centro per adozioni IA è una cosa un po’ triste, poverino.
    Voto per il parco divertimenti.
    A presto!

  • Ciao Dimensione Nuova,
    non ho ben capito alcune cose: ogni persona è affiancata da una IA oppure solo Yuki ce l’ha (e, in quest’ultimo caso, perché ce l’ha solo lei?). Il dubbio mi è venuto perché non mi sembra che i singoli poliziotti ce l’abbiano. Invece io mi sarei aspettata un uso decisamente maggiore di questa tecnologia da parte loro.
    E poi: perché Yuki ha il tatuaggio di Skeleton King? Ma questo presumo che si scoprirà più avanti.
    L’occhio asportato per avere accesso alla banca è inquietante però molto interessante.
    Voto per l’arrivo di una conoscenza della vittima.
    A presto!

  • Ciao Dimensione Nuova,
    mi è piaciuto questo incipit. Solitamente non amo i racconti ambientati nel futuro, ma nel tuo racconto questa ambientazione ci sta bene. Ho apprezzato Ofe-ia e il fatto che, nonostante sia una intelligenza artificiale, riesca a preoccuparsi per Yuki.
    L’unica cosa che non mi convince è il fatto che Yuki non vada a scuola. Perché non ci va?
    Voto per l’omicidio, che mi sembra sempre il caso più interessante da risolvere.
    A presto!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi