Potevo diventare uno STALKER

inizio

Prima di iniziare dimmi la verità e si onesto/a.

Hai mai provato un’amore sincero per qualcuno? E se questo sentimento diventasse talmente forte da diventare schifosamente tossico dopo che la storia è finita? Se la risposta è NO sono sinceramente felice per te e spero davvero che questa malattia non entri nella tua testa anche nel momento della tua relazione anzi, non stare nemmeno a pensarci.

Se la risposta è SI allora benvenut* in questa lettura, non preoccuparti, perché la storia che stai per leggere ha un bel lieto fine e sono sicuro che ti ritroverai in esso, magari ricavandone l’aiuto necessario per risollevarti e trovare la felicità che tutti meritiamo.

Scoprirai una storia di dispiacere, perdono, ringraziamento e amore, e per chi come me è più credente nella spiritualità avrà capito che sono parole del ho’oponopono, un’antica pratica hawaiana per la riconciliazione, il perdono interiore (inteso come trasmutazione energetica), la cancellazione di memorie e pensieri negativi e la risoluzione dei conflitti.

PREVIEW:

Questa lettura funge come mio personale memoriale per la storia d’amore più bella ma allo stesso tempo più disturbante che abbia passato, l’ispirazione e nata guardando la serie Baby Reindeer e dalla storia che ha passato Richard Gadd, perché solo vedendo ciò che ha passato e il coraggio che ha avuto raccontando tutto ciò che gli è successo mi sono raffigurato in Martha, questo perché ho passato in prima persona cosa vuol dire perdere la testa per qualcuno e solo dal fatto che tu stesso credi in una fantasia non vuol dire che sia realtà portandoti a fare scelte sbagliate di cui è difficile risollevarsi, ma io per fortuna non ho mai fatto nulla di tutto ciò però mi sono detto:

“perché no, voglio raccontare anche io ciò che ho passato per la mia ex, magari qualcuno si potrà rivedere in me e chissà, magari lo potrò anche aiutare”.

Questo perché ho sentito e continuo a sentire storie di persone che non vogliono concedersi la felicità, perché troppo legati alla loro ex relazione, e proprio per questo fanno lo sbaglio di non amare ed’ essere amati, facendosi del male credendo che da soli si sta benissimo, quando in realtà noi esseri umani siamo fatti per poter conversare tra di noi e non evitarci senza provare più l’emozione di una conoscenza.

Non so nemmeno se sarà appassionante o noiosa come storia, ma voglio rendere la lettura per voi il più semplice possibile, questo perché io stesso sono quel tipo di persona che come lettura vuole una cosa passatemi il termine.

Da elementari.

Ah! A proposito, vi invito con tutta la bontà di non rintracciare la mia ex e non disturbarla per questo mio personale memoriale, la privacy delle persone deve restare tale e tenuta in disparte, e se siete tanto stronzi nel non ascoltare vi dico subito che ho tolto qualsiasi contenuto e contatto in cui mostro il suo nome e lei, grazie Marti per avermi aiutato in questo.

PRESENTAZIONE:

Prima di iniziare però dovete sapere chi avete davanti.

Gian Marco Brugnano e un ragazzo nato a Carpi il 1/11/1993, attualmente 30 enne e attualmente muratore ha sempre desiderato 2 cose.

1 lavorare nel mondo dello spettacolo come attore e cantante.

2 trovare l’amore con la donna che lo raffigura tale e quale a lui.

Aveva trovato il secondo sogno ma per un motivo stupido la tradì come ha sempre tradito le sue fidanzate anche se sapeva che stava commettendo un’errore, questo lo porto in un baratro molto buio e senza fondo in cui scoprir i suoi demoni e la sua vera natura e lotta interna in cui era fermamente convinto che non avrebbe mai trovato la luce ma che con l’aiuto delle persone qui scritte e domandando il suo demone principale c’è riuscito.

cosa ti aspetti ?

  • che mi sia drogato e quasi uscito ? (0%)
    0
  • che abbia veramente ucciso qualcuno ? (67%)
    67
  • che io sia andato in una casa di cura ? (33%)
    33
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

11 Commenti

  • Ciao, benvenuto.
    Primo capitolo didascalico, quasi formale nelle intenzioni, che poi sul finale si avvita un pò, e si lascia trascinare in quel baratro oscuro.
    Scherzi a parte, nonostante qualche refusino ( assolutamente perdonabile) la storia parte bene, promette molto e forse, spero, non è già del tutto scritta.
    Voto la clinica, che, ovviamente, non ha funzionato del tutto.
    Ciao, a presto🙋‍♂️

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi